Privacy Policy



Profilo
Blog
Opere
Rubriche
Contatti
Allegati



 PENSIERI DI LUGLIO 2006 

M0r94n Benvenuti nell'Archivio Blog di M0r94n.

| Torna ai Pensieri di |

Avvertenza: per la corretta interpretazione di alcuni "Pensieri di M0r94n" è indispensabile utilizzare il criterio "non tutto è come appare a prima lettura".


| E-mail | Mappa |


 lunedì 31/07/2006: "CHE COS'E' L'AMORE?" 
+ La notizia del giorno: "'Io sono il padrone di Malibù e giuro che tutti i soldi che ho li spenderò per rovinarti. Fottuti ebrei. Sei ebreo, vero?'. Al momento dell'arresto per guida in stato di ubriachezza, Mel Gibson si è scatenato. Secondo il rapporto della polizia, ha rivolto insulti antisemiti agli agenti, aggiungendo: 'E' vostra la colpa di tutte le guerre del mondo'. Poi Gibson si è scusato per le 'spregevoli' affermazioni" (fonte: "TgCom").
+ Il commento alla notizia del giorno: Da lui proprio non me lo sarei mai aspettato :/
+ Potete dire...: a Leonardo Pieraccioni che sono sempre dell'idea espressa il 13/01/2006?
+ Il dialogo del giorno: (tratto da "Fuochi d'artificio")
Massimo Ceccherini: "Dimmi. Sinceramente, che cos'è l'amore?".
Dirimpettaio: "L'è quando ti si rizza ancora".

| |


 domenica 30/07/2006: L'ANALISI LOGICA 

L'analisi logica

+ Gli anni passati aspettavo con ansia i fine settimana di luglio ed agosto per stare in spiaggia dalla mattina alla sera. Quest'anno invece non ho stimoli: vado in spiaggia QUANDO e SE mi va, ed ogni giorno è identico al precedente. Che da una parte è un buon segnale di rilassamento e menefreghismo verso il mondo esterno, dall'altra però aumenta la quantità di tempo che passo da solo, periodo temporale nel quale la mente parte in automatico con lo "scandisk" dei miei pensieri attuali e l'umore scende lentamente e costantemente verso il basso fino a quando scatta qualche input sociale. I fuochi d'artificio guardati stasera dal balcone anziché dalla piazza sono l'emblema della mia situazione attuale: voglio essere felice, ma come dico io e non come fa la massa.
+ La perla di M. Costanzo del giorno: "L'inclemenza del caldo e i condizionatori d'aria a palla rendono probabile un black out della energia elettrica. E' comunque difficile convincere chi ha l'aria condizionata a rinunciarci. Tre anni fà, a settembre, ci fu un black out che creò non pochi disagi. Molti nostri connazionali, specie se in età avanzata, non stanno bene. Dovremmo interrogarci sul perché il clima è così squilibrato e come mai non si è provveduto a correggerne il trend. Si pensa invece di limitare l'uso dei condizionatori: non è una idea strabiliante".
+ La notizia del giorno: "In Iran sono vietati tutti i termini stranieri: 'pizza' non si può dire. Nuova crociata di Ahmadinejad contro l'Occidente. Tra i termini banditi 'chat' e 'helicopter'. Le focacce diventano 'bocconi elastici'. E i giovani iraniani ironizzano via sms sulle scelte del loro governo".
+ Il commento alla notizia del giorno: Beh, un piccolo "giro di vite" del genere lo gradirei anche in Italia. Ma piccolo! Non come in Iran...
+ Potete dire...: alle ragazzine che la stoffa dello slip dei loro costumi dovrebbe essere ben tesa facendo poggiare l'elastico/cordicella sulla parte alta dei fianchi?
+ La frase del giorno: "Lotito è stato squalificato per 2 anni e 6 mesi. E ha fatto prendere 11 punti di penalizzazione alla mia Lazio. Mi ha fatto vergognare da tifoso. Ha fatto il giullare della corte ed è stato condannato. Giustamente. Vive solo di sé stesso. E' un romanista mediocre travestito da laziale. Sono convinto che il giorno in cui se ne andrà, verrà festeggiato. E io inviterò tutti a mangiare e bere a casa mia. Sarà il giorno della liberazione. E lo metterò sul calendario per festeggiarlo e ricordarlo ogni anno" (Paolo Di Canio - fonte: "Corriere dello Sport").

| |


 sabato 29/07/2006: A.A.A. CERCASI LAVORO 
+ Ebbene sì, ho acquistato uno di quei giornali dedicati alla ricerca di lavoro. L'immagine che avevo in mente (una rimbambita 28enne con voce insopportabile, nonostante la laurea con 110 e lode, che leggeva questi tipi di giornali a scrocco in un'area di servizio autostradale) mi aveva da sempre bloccato, ma ora la necessità ha prevalso sui ricordi. Dopo aver constatato che su circa 50 pagine c'è un solo minuscolo articolo che potrebbe interessarmi, mi è caduto l'occhio su un settore del giornale che non mi aspettavo di trovare: d'accordo che ormai il mondo non è più come una volta, ma non mi aspettavo che alcuni miei coetanei potessero arrivare a tanto.
+ La notizia del giorno: "Un sondaggio inglese ha stilato una classifica elencando addirittura 100 elementi (dai vicini al cattivo tempo, dai commessi sgarbati al latte avariato). A sorpresa al quarto posto (primi sono le telefonate a scopo di vendita) si è classificato James Blunt, che ha scalato le hit con 'High' e 'You're beautiful'".
+ Il commento alla notizia del giorno: Evvai che non sono l'unico a pensarlo!!!
+ Potete dire...: a Monica Bellucci che la chiamano per fare film soltanto perché è bella e NON perché sia brava (vedi "Matrix" in cui non l'hanno fatta parlare)?
+ La frase del giorno: "Se tira vento, non piove" (F.). E piovve :)
+ Il dialogo del giorno:
L.: "Tempo fà volevo andare a Francavilla col motorino. Sono andata verso Tricalle e mi sa che non ho girato all'incrocio giusto. Dopo un bel pò di tempo mi sono ritrovata alla rotatoria nella quale se andavo a sinistra entravo in un centro commerciale, se andavo a destra entravo sull'autostrada. E tutte le macchine che passavano mi suonavano...".
M.: "Sei arrivata a Città Sant'Angelo!".
L.: "Eh, sì! Che poi non sapevo come fare per andare a Francavilla, e allora da lì sono tornata prima a Chieti e poi ho cercato con attenzione la strada giusta".
M.: "Eh... menomale che dopo 80 km ci hai messo attenzione...".

| |


 venerdì 28/07/2006: LE SERPI 
+ C'è chi, disoccupato/a, si alza dal letto quotidianamente alle 11:30 e maledice chi ha inventato la sveglia;
c'è chi fa colazione e critica la qualità del latte che beve, ogni giorno una marca diversa ed ognuna ha almeno un difetto;
c'è chi deve studiare ma non lo sa fare, e dà la colpa ai suoi libri che non sanno far capire la materia;
c'è chi ha cercato raccomandazioni in giro per il mondo e poi si permette di criticare chi cerca faticosamente di raggiungere lo stesso obiettivo con le sole proprie forze;
c'è chi ha il fisico estremamente debole e sensibile per l'estrema pigrizia, ma poi incolpa chi cucina per la "pesantezza" delle pietanze preparate;
c'è chi ha dei gusti musicali di me**a e critica chi ascolta musica elegante e ricercata;
c'è chi non è fidanzato/a perché "chi se l'ingolla", ma dà la colpa alle ragazze/i che non lo/a sanno capire;
c'è chi non trova lavoro perché è svogliato/a, ma scarica le responsabilità sui datori di lavoro che non sanno capire le sue potenzialità;
c'è chi non è in grado di avere una vita sociale per propri demeriti e scarica la colpa sull' "infantilità" dei propri coetanei;
c'è chi parla con conoscenti fidanzati e deve per forza fare la morale sulla loro situazione sentimentale che deve avere per forza qualcosa che non va;
c'è chi si reputa "aperto/a mentalmente" e poi non ascolta le idee divergenti di chi ha di fronte;
c'è chi si vanta fino allo sfinimento di avere una "bellissima casa" (primo piano con vista sulla ferrovia a 2 metri dal balcone) e poi non vuole entrare a vedere un appartamento di conoscenti con vista mare perché: "Tanto è sicuramente più bella casa mia";
c'è chi si definisce "sincero/a" ma poi sparla di te in giro appena ti volti;
c'è chi pensa di saper dispensare buoni consigli ma poi fa saltare per aria coppie affiatatissime;
c'è chi suppone di saper mantenere dei segreti privatissimi ma poi li butta ai 4 venti nella convinzione di fare cosa buona e giusta;
c'è chi pensa che qualunque cosa faccia sia giusta, indipendentemente da tutti i danni provocati successivamente per sé e per gli altri;
c'è chi semina veleno e pretende di raccogliere buoni sentimenti dalle persone colpite;
c'é chi dice di essere "altruista" e poi pretende di ricevere soltanto ciò che chiede lui/lei;
c'è chi si proclama "adulto/a" e poi non è capace neanche di mettere in ordine la propria casa.
A queste persona dirò: è vero, avete ragione, mi state sulle scatole. Ma non vi eliminerò, perché un giorno potreste tornarmi utili. Vermi.
+ Potete dire...: alla proprietaria del mio ex stabilimento balneare che se continua a gestirlo nel modo attuale sarà costretta a chiuderlo entro 2 anni per mancanza di clientela?
+ La frase del giorno: "Una bella cosa nell'amicizia è di sapere a chi confidare un segreto" (Alessandro Manzoni).

| |


 giovedì 27/07/2006: C'ERANO UNA VOLTA I MIEI MASH-UP 
+ Dopo un anno di "fermo artistico", mi sono tornati in mente i piacevoli "sacrifici" fatti tra la preparazione degli esami universitari dell'epoca per l'assemblaggio dei miei mash-up. Facendo 2 conti, effettivamente sono arrivato a loro prima degli altri: quando andava di moda remixare le canzoni, io già avevo fatto 4-5 canzoni sovrapposte e le mie 3 "produzioni" principali che proposi ad un produttore/selezionatore furono scartate perché reputati troppo innovativi per chi ci avrebbe dovuto dare le autorizzazioni ad usare i loro campioni. Successivamente, come per magia, è arrivata la moda del mash-up, ed allora ho deciso di riporre le canzoni e non inviarle più in giro: da allora, le mie 12 "scomposizioni e ricomposizioni" le tengo orgogliosamente tutte per me. Ed ora riconfermo più che mai il mio più cordiale vaffanc**o a quel selezionatore poco coraggioso :p
+ Ho osservato per circa mezz'ora un operaio che aveva parcheggiato la propria auto dentro lo spazio condominiale di un garage privato, la quale è stata chiusa (giustamente) lì dentro. L'idiota ha aspettato pazientemente per un pò, fino a quando ha capito che se non avesse chiamato il suo datore di lavoro locale non sarebbe più uscito da lì. E così, dopo 10 minuti dalla sua telefonata, il suo cliente è arrivato ad aprirgli il cancello. Morale: l'operaio forse ha capito la lezione di non dover parcheggiare dentro gli spazi privati altrui; il cliente forse ha capito che non ha il potere di far parcheggiare gli estranei negli spazi condominiali; l'autore della chiusura del cancello sicuramente continuerà a farlo quando vedrà che dentro quello spazio condominiale ci sarà parcheggiata un auto sconosciuta...
+ La perla di B. Grillo del giorno: "L’italiano medio ruba le tartarughe,
l’italiano medio non vuole problemi,
l’italiano medio i problemi preferisce lasciarli a BorsellinoFalconeAmbrosoli, che se si facevano i c..o loro erano ancora vivi,
l’italiano medio quando è cliente vuole le liberalizzazioni,
l’italiano medio quando è industriale vuole i monopoli,
l’italiano medio se può evade le tasse,
l’italiano medio critica chi evade le tasse (lui lo fa per necessità),
l’italiano medio ama la famiglia e tiene la casa pulita,
l’italiano medio vuole uno stipendio, una laurea e un lavoro statale,
l’italiano medio è abusivo e condonista (sempre per necessità),
l’italiano medio diventa feroce, molto feroce, se gli tocchi i soldi,
l’italiano medio è buonista in pubblico e razzista in privato,
l’italiano medio si lava il c..o, ma non ha il depuratore,
l’italiano medio ha ogni diritto e nessun dovere,
l’italiano medio parcheggia in seconda fila e se protesti si inc..za,
l’italiano medio è mafioso dentro,
l’italiano medio ha sempre un amico che gli fa un favore,
l’italiano medio deve sempre ricambiare un favore,
l’italiano medio sceglie come rappresentanti altri italiani medi,
l’italiano medio induce pesantezza di stomaco e diarrea,
l’italiano medio considera privata la proprietà pubblica e, per questo, rubare al pubblico non è reato,
l’italiano medio è maggioranza assoluta nel nostro Paese,
l’italiano medio gli intellettuali li vuole organici al sistema,
l’italiano medio i giornalisti li vuole servi,
l’italiano medio i politici li vuole medi,
l’italiano medio è semilibero, lo sa e gli va bene così,
l’italiano medio è un povero cristo che ruba a sé stesso e al suo Paese e non lo sa
".
+ La notizia del giorno: "La Camera dei Deputati ha approvato il provvedimento sull'indulto. Il testo, su cui è stata raggiunta la maggioranza dei 2/3 richiesta, passa ora all'esame del Senato. I voti favorevoli sono stati 460, quelli contrari 94, gli astenuti 18. Hanno votato contro Idv, An e Lega, il Pdci si è astenuto. Tutti gli altri gruppi di maggioranza si sono espressi prevalentemente a favore. 'Sì' quasi unanime dell'aula della Camera all'emendamento di An che esclude dall'indulto i reati di usura. La richiesta di modifica è passata con 537 sì, 2 no e 1 astenuto. Bocciato, invece, l'emendamento che puntava ad escludere dall'indulto il voto di scambio con 408 no, 57 sì e 53 astensioni. Escluso dai benefici dell'indulto chi si è reso responsabile di: prostituzione minorile, pornografia minorile, detenzione di materiale pornografico, iniziative turistiche per lo sfruttamento della prostituzione minorile, tratta violenza sessuale, usura, riciclaggio, produzione e traffico di stupefacenti. Non si applica per associazione sovversiva, con finalità di terrorismo, devastazione, saccheggio e strage, sequestro di persona per terrorismo o eversione, banda armata, magia, strage, schiavitù e associazione a delinquere per delitti di cui all'art. 600, 601, 602 del codice penale. Vale invece per i reati finanziari, fiscali e contro la Pubblica Amministrazione e per il voto di scambio mafioso. I benefici saranno revocati di diritto se chi ne ha usufruito commette nei 5 anni dalla data di entrata in vigore della legge un delitto e venga condannato a una pena non inferiore a 2 anni. L'indulto farà uscire dalle carceri italiane circa 13.000 detenuti. Ora si attende l'esito del voto del Senato della Repubblica. L'indulto è concesso per i reati commessi fino al 2 maggio 2006 nella misura non superiore a 3 anni per le pene detentive e non superiore a 10.000 euro per quelle pecuniarie. Escluse le pene accessorie temporanee" (fonte: "TeleVideo").
+ Il commento alla notizia del giorno: V E R G O G N A ! ! !
+ Potete dire...: alle ragazzine che la stoffa dello slip del costume c'è perché serve per coprire il proprio corpo?
+ La frase del giorno: "Questo indulto è stato un voto di scambio politico parlamentare con cui l'Unione ha svenduto la propria dignità politica cedendo al ricatto della CdL e, in particolare, di Fi. Hanno votato un indulto per i corrotti, i corruttori e per il voto di scambio ai mafiosi. Ma la stragrande maggioranza dei cittadini ritiene ingiustificato il provvedimento" (Antonio Di Pietro, Ministro delle Infrastrutture della Repubblica italiana - fonte: "TeleVideo").
+ Il dialogo del giorno:
M.: "Buona conoscenza del linguaggio html".
F.: "Ehhh? Meglio indossare la giacca a vento HM?".

| |


 mercoledì 26/07/2006: INCONTRO SOCIO-CULTURALE 
+ Ho fatto una lunga chiacchierata con A., un amico un pò più "giovane" di me, col quale ho parlato di un sacco di cose. L'argomento che ha messo in evidenza il più alto numero di differenze generate da una diversa visione prodotta da un diverso angolo di prospettiva è stato principalmente uno: le ragazze. Sotto sotto mi aspettavo una diversa visione del tema dovuto principalmente ai 7 anni di differenza, però effettivamente mi sono reso conto di come ci si "evolve" col passare del tempo. Alla fine della lunga chiacchierata sono dunque giunto alle seguenti conclusioni:
1) i 18enni di oggi ragionano come la mia generazione alla loro età (quindi sono contento che "Dragon Ball" e tutti gli altri cartoni animati moderni non abbiano modificato il cervello dei nuovi teenager);
2) per fortuna a 25 anni si ragiona principalmente col cervello.
+ La notizia del giorno: "L'Inter è la squadra campione d'Italia. Dopo le sentenze della Corte Federale che ha revocato lo scudetto alla Juventus, la Figc ha deciso di assegnare il titolo della stagione 2005/06 all'Inter. La commissione dei tre saggi composta da Aigner, Coccia e Pardolesi ha dato parere favorevole e la Federcalcio ha così assegnato ai nerazzurri il loro 14° scudetto, 17 anni dopo l'ultimo successo tricolore".
+ Il commento alla notizia del giorno: Uhhh che bello! Dai, tutti gli interisti in piazza a festeggiare lo scudetto dell'Inter! Già li vedo, centinaia di bandiere nerazzurre che sventolano festose, al grido di: "Siamo noooi, siamo noooi, i campioni dell'Italia siamo noooi". E poi mi sembra già di sentire le frasi dei TRIONFATORI: "Questo è lo scudetto della riscossa"... Oppure: "Questo è il riconoscimento di tanti sacrifici"... Signori, QUESTO E' L'ENNESIMO MOTIVO PER IL QUALE SI POTRA' CONTINUARE A PRENDERE IN GIRO GLI INTERISTI!!! :)
+ Potete dire...: alla ragazza che, per qualche granello di sabbia buttato addosso per scherzo da un suo amico dopo aver fatto il bagno al mare, ha bestemmiato come un ossesso per 5 minuti no-stop che rappresenta la parte brutta dei teenager moderni?
+ Le frasi del giorno:
- "Secondo me è bionda" (Gabriele del Trio Medusa).
- "Provo piena soddisfazione per l'assegnazione del titolo alla società e alla squadra che si è comportata correttamente. E' un premio per tutti gli straordinari tifosi che hanno sofferto, ingiustamente e inutilmente, per tanti anni" (Massimo Moratti, presidente dell'Inter).
- "E' uno scudetto meritato e lo cuciamo al petto perché è giusto così, è il giusto premio per gli onesti. Festeggiare in campo sappiamo tutti che è un'altra cosa, ma questo scudetto deve essere una motivazione in più per la prossima stagione" (Roberto Mancini, allenatore dell'Inter).
+ Il dialogo del giorno:
F.: "Aveva 3 ruote. Tipo...".
M.: "Sidecar?".
F.: "No, più piccolo...".
M.: "Triciclo?".
F.: "No, più grande...".
M.: "Ape Cross?".
F.: "No, era grosso...".
M.: "Allora Ape GROSS?".

| |


 martedì 25/07/2006: GIUSTIZIA SPORTIVA ALL'ITALIANA 
+ Probabilmente non avevo mai fatto una risistemazione così profonda della mia Base in un unico giorno, eppure oggi ho voluto sfruttare al meglio la mia predisposizione all'ordine ed alla pulizia, e quindi mi ci sono messo d'impegno. Ed il risultato finale è stato più che positivo. Nel corso di questa grande opera sono spuntate fuori dei "manoscritti" di cui ho sempre ignorato l'esistenza. Appena mi sono reso conto del loro contenuto, mi è crollato umore ed autostima: ho capito che per anni ho sottostimato un valore che invece c'è sempre stato, ma che forse ho visto troppo poco.
+ La notizia del giorno: "La Caf ha emesso la sua sentenza:
- Juventus: Serie B, revoca scudetto della stagione 2004/05, non assegnazione scudetto 2005/06, 17 punti di penalizzazione nel campionato 2006/07, ammenda di 120.000 euro;
- Milan: Serie A, 30 punti di penalizzazione nel campionato 2005/06 e 8 in quello 2006/07 con la squalifica del campo per 1 giornata;
- Fiorentina: Serie A, 30 punti di penalizzazione nel campionato 2005/06, 19 punti di penalizzazione nel campionato 2006/07 con la squalifica del campo per 2 giornate, ammenda di 100.000 euro;
- Lazio: Serie A, 30 punti di penalizzazione nel campionato 2005/06, 11 punti di penalizzazione nel campionato 2006/07 con la squalifica del campo per 3 giornate, ammenda di 100.000 euro.
Gli altri verdetti:
- Antonio Giraudo: inibizione di 5 anni;
- Luciano Moggi: inibizione di 5 anni;
- Diego Della Valle: inibizione di 3 anni e 9 mesi;
- Andrea Della Valle: inibizione di 3 anni;
- Adriano Galliani: inibizione di 9 mesi;
- Claudio Lotito: 2 anni e 6 mesi;
- Leonardo Meani: inibizione di 2 anni e 6 mesi;
- Massimo De Santis: inibizione di 4 anni;
- Franco Carraro: ammenda di 80.000 euro;
- Innocenzo Mazzini: inibizione di 5 anni;
- Pierluigi Pairetto: inibizione di 3 anni e 6 mesi".
+ Il commento alla notizia del giorno: CHE SCHIFO, VERGOGNATEVI!!! AVETE ABBASSATO LE PENE ANZICHE' AUMENTARLE!!!
+ Potete dire...: all'attuale Ministro dei Trasporti di far fare esami di guida con cadenza mensile alle donne over 65?
+ Il dialogo del giorno:
M.: "Arriva troppa aria?".
F.: "Eeeeeh! Mò mi metto uno scialle!".

| |


 lunedì 24/07/2006: "CI SONO UN ITALIANO, UN FRANCESE E UN TEDESCO..." 

'Ci sono un italiano, un francese e un tedesco...'

+ Passano i mesi, passano gli eventi, ma sono felice di riuscire sempre e comunque a reggere l'impatto con la gente che mi fa scattare il nervoso soltanto con una parola. Non so se la mia disinvoltura con la quale "maltratto" verbalmente le persone "inutili" deriva dall'appannamento cerebrale dovuto al nervoso che mi sale oppure se deriva dalla lucidità dovuta al menefreghismo di fondo che mantengo quando parlo con loro... Però mi piace come li tratto.
+ WOW! Guardate che fantastica e-mail mi hanno inviato oggi (versione da me riveduta, ampliata e corretta per il linguaggio colorito dell'autore).

"Lo so, lo so... Sono in ritardo... Come al solito. Ma chi se ne frega.
Ora ho 4 anni di tempo per gasarmi di fronte al mondo. E comincio così. In ritardo.
Perchè è vero, i tedeschi hanno ragione, siamo dei PARASSITI. E hanno ragione anche i cugini francesi, siamo MAFIOSI.
Siamo Italiani, nel bene e nel male. Però, quanto meno:
· non abbiamo nomi maschili simil-donna come ANTUAN, FRANSUA', TIERRI';
· non abbiamo nomi impronunciabili come CRASFGRANDAR, GUNDAM, LOTAR;
· non abbiamo tagli di capelli orribili e baffi biondi da tamarro;
· non portiamo il pane sotto le ascelle mentre camminiamo, perchè non è igienico;
· non mettiamo i sandali con le calze, perché fanno semplicemente schifo;
· la nostra cucina non sarà NUVELL, ma almeno le porzioni saziano perché sono umane e non da canarini;
· anche noi abbiamo buon vino e buona birra, ma non rompiamo le scatole al mondo sostenendo che siano i migliori;
· non abbiamo i coprivolante delle macchine in peluche;
· saremo anche PARASSITI, ma ogni estate non occupiamo la Toscana, l'Abruzzo o la riviera romagnola pretendendo di trovare wurstel e crauti in spiaggia o i cartelli stradali bilingue;
· le nostre donne (nella maggior parte dei casi) non hanno acconciature tardo-anniottanta o ossigenature da pornodive, e poi da noi la permanente è oramai fuorilegge, così come gli slip ascellari;
· i nostri giocatori sputano, è vero, sfottono, è vero, giocano duro, è vero. Però non tirano mai testate, e se proprio dovessero farlo a nessuno verrebbe in mente di premiarli come migliori giocatori di un torneo;
· se uno dei nostri giocatori prende 5 giornate di squalifica per una gomitata non gridiamo allo scandalo, anche se la televisione che lo ha ripreso non è ufficiale. Al limite uno tira una bestemmia, ma finisce lì;
· non ce la tiriamo con tutto il mondo per una inutile torre di ferraglia rugginosa;
· quando un italiano va in un altro paese, tempo sei mesi e impara a comunicare con la lingua locale;
· quando un tedesco viene in Italia, mangia in Italia e guida una Ferrari (macchina italiana) per sei anni, impara l'inglese (!);
· Platini, LE RUA', era sì francese, ma giocava in Italia. Zidane, L'IMPERATOR, è si francese, ma è esploso in Italia. Henry ha giocato in Italia, Vieira ci gioca tutt'ora. La domanda è: c'è qualche francese che impara a giocare a calcio senza venire in Italia?
· quando noi perdiamo ai rigori si chiama SFIGA, quando vinciamo si chiama VENDETTA. Ed ha un sapore buonissimo;
· saremo anche un Paese diviso ma non abbiamo mai avuto un muro, e non abbiamo magrebini, algerini e tunisini finti-francesi che ad ogni occasione sfasciano vetrine e incendiano città;
· la pizza è nostra. E' buonissima e la mangia tutto il mondo, anche chi ce la invidia;
· L'OMELETTE è solo una semplice frittata;
· vuoi mettere un wurstel con una soppressata calabrese?!?
Potrei andare avanti all'infinito. Le differenze socio-culturali sono moltissime. Anzi, direi che come giochino potremmo inventarne sempre di nuove aggiungendole alla lista.
Ma per adesso va bene così. E' solo l'inizio. Abbiamo altri 4 anni per fare quello in cui noi italiani siamo davvero e senza ombra di dubbio gli indiscussi Campioni del Mondo: PRENDERE PER IL CULO!!!
".

+ La perla di M. Costanzo del giorno: "Il governo ha approvato un decreto che consentirà la regolarizzazione di 350.000 extracomunitari. Reputo che sia un provvedimento giusto che ci fa uscire dalla logica che voleva convincere i più ingenui tra noi che gli extra erano presenze negative nel nostro Paese. Al contrario, si tratta e lo si sa di migliaia di braccia da lavoro che consentono a tante industrie di portare a casa il fatturato. Più ci diamo da fare per una loro sollecita integrazione e miglior risultati avremo. Mi auguro sia l'agosto del rispetto e della dignità".
+ La perla di R. Gervaso del giorno: "Il buonismo è l'arma più ipocrita dei demagoghi".
+ La perla di B. Grillo del giorno: "Certo, hanno fatto male i tassisti a malmenare qualche giornalista. Vanno condannati, come faccio io dal più profondo del cuore. Però, però...Una piccola punta di piacere, piccola, piccola, lo confesso, l’ho provata".
+ La notizia del giorno: "Per l'Antitrust Massimo Caputi ha indossato una t-shirt con pubblicità occulta della linea prodotta dalla moglie all' "Isola dei Famosi 3". La Rai pagherà 57.100 euro".
+ Il commento alla notizia del giorno: EVVAIII!!!
+ Potete dire...: a Mondomarcio che la sua canzone "Dentro una scatola" rifatta con i Finley fa veramente schifo?
+ Le frasi del giorno:
- "Ormai non faccio più caso a quello che lei dice..." (G.).
- "Questa, per quant'è stupida, dev'essere una strafiga" (Gabriele del Trio Medusa).
- "Ho letto, compreso e accettato tutte le regole e le condizioni di utilizzo dei dati personali" (modulo di iscrizione on-line).

| |


 domenica 23/07/2006: LE SORPRESE DELLA VITA 
+ Per fortuna ho ritrovato un bel pò di amici e conoscenti, tutti concentrati nel giro di 12 ore. Qualche giorno fà mi ero realmente preoccupato di dover vivere l'estate a base di "ricordi di gioventù", ed invece l'abbandono che ho visto nel mio ex stabilimento balneare è stato compensato oggi. Tra i tanti, sono rimasto particolarmente shockkato dalle condizioni fisiche di una conoscente la quale, come realisticamente descritto da C., "Ogni anno diventa molto più brutta". Un altro attimo di sbandamento l'ho avuto vedendo il figlio di un'amica, praticamente identico al padre (presumo, visto che non ha preso niente della mamma, per fortuna). Per concludere, un pensiero va anche ad un ragazzo che vedevo sempre "a spasso", amante della bicicletta da corsa ed apparente "fondamentalista single", il quale ho sgamato in uno stabilimento balneare non mio con moglie al fianco e figlioletto piccolino in braccio: quante sorprese ci regala la vita!
+ La perla di M. Costanzo del giorno: "Brutta la storia dell'industriale Roveraro, ucciso e fatto a pezzi per un affare andato male. Il mandante, già arrestato, sarebbe un temporaneo ex socio del Roveraro e i due complici probabilmente gli esecutori. Una vendetta, anche se sfugge l'elemento scatenante che può avere indotto una persona ad uccidere nel nome di un affare andato male. Mi sembra tutto esagerato. In alcuni momenti penso che il nostro Paese stia impazzendo. E' un impazzimento lento, giorno per giorno e il diario di tutto ciò lo registra la cronaca".
+ La notizia del giorno: "Tutti pazzi per Geldof. Se non canta. Prima sono saltate le 2 date di fine luglio in Sicilia, poi quella di Milano e ieri sera, per completare l'opera, Sir Bob Geldof ha cancellato anche il concerto romano al Centrale del Tennis. Sarà che l'Arena Civica, nel capoluogo lombardo, aveva raccolto sugli spalti solo una cinquantina di paganti e qualche addetto ai lavori, ma il cantante irlandese venuto appositamente dall'Africa, per i cui diritti si batte da 20 anni. Poi alla notizia di aver venduto solo circa 400 biglietti ha deciso di annullare il concerto capitolino e di recuperarlo in data da definire, decretando così un vero flop del tour italiano, causato, secondo l'organizzatore Francesco Iacovone, dal fatto che alcuni organi di informazione hanno erroneamente dichiarato le date sold out e dalla circolazione di biglietti contraffatti: 'Non capisco come sia possibile che un artista che vanta un sito internet con 19.000 visitatori e fan in tutto il mondo non abbia suscitato interesse... Non vorrei che qualcuno avesse fatto manovre strane per boicottare questi concerti', ha commentato, ventilando anche azioni legali. LA verità è che 40 euro, più 6 di prevendita, rappresentano un costo davvero eccessivo, in particolare per un artista che in Italia è poco seguito musicalmente: ci si ricorda di lui come promotore dei 2 eventi 'Live Aid' e 'Live 8', del progetto 'Band Aid', per il volto straordinario di Pink nel film 'The wall', e quasi unicamente per il brano 'I don't like mondays' del 1979, con i Boomtown Rats. Una volta quì, Geldof non ha dimenticato il suo impegno civile e ha chiesto un incontro con Romano Prodi per battere cassa a un anno dal 'Live 8', visto che le promesse dei potenti della Terra, allora riuniti in Scozia, non sono state ancora mantenute e che l'Italia è ultima nell'incremento degli aiuti all'Africa. Sembra che Sir Bob cominci a soffrire il fatto di essere ricordato solo per le sue attività filantropiche e sul sito ufficiale avvisa che, d'ora in poi, lì si parlerà di lui esclusivamente come musicista e le mail relative ad argomenti diversi saranno dirottate altrove".
+ Il commento alla notizia del giorno: A me Geldof non la racconta giusta, l'ho sempre pensato e continuo a farlo... Ma, anche per lui: trovare un lavoro serio, noo?
+ Potete dire...: a quelle ragazze che hanno l'eleganza di un tir bulgaro parcheggiato in doppia fila, di acquisire un minimo di femminilità nei loro movimenti?
+ Il sorriso del giorno: "In tutto il mondo sarà attuato nelle prossime ore un rigoroso programma di 'protezione testimonial': il pericolo è che i vip vengano crudelmente soppressi negli spot pubblicitari di cui sono protagonisti. E' quanto emerge dal risultato di un studio inglese realizzato su un campione di 2000 persone da Accountability e dal Consiglio dei consumatori: calciatori, attori e modelle non convincono più e di conseguenza non riescono a far aumentare le vendite di nessun tipo di prodotto" (Antonello Dose & Marco Presta).
+ Il dialogo del giorno:
Mi.: "Allora, che mi dici?".
M0.: "Mah... cioè... in effetti... d'altra parte... quindi... E tu?".
Mi.: "Io uguale".

| |


 sabato 22/07/2006: I CAMPIONI APPAGATI 

I campioni appagati

+ Rifletto sulla decisione proclamata da Francesco Totti di voler abbandonare la Nazionale dopo il Mondiale appena trascorso. Roberto Donadoni, neo-allenatore della Nazionale azzurra, ha deciso di voler tentare il tutto per tutto per farlo ritornare sui suoi passi, ed ha raggiunto l'accordo col giocatore il quale si è dichiarato disposto a giocare soltanto le partite di qualificazione ai prossimi Europei evitando tutte le amichevoli. Ora, da tifoso ed amante del buon calcio, francamente mi fa innervosire che un giocatore si scelga le partite che vuole disputare ed un allenatore gli dia corda assecondandolo. Non si ha a che fare col Padre Eterno del calcio, stiamo parlando di Francesco Totti, colui il quale nel Mondiale 2006 verrà ricordato dall'italiano medio soltanto per il rigore segnato al 95° minuto contro l'Australia, E BASTA! Io invece lo ricorderò per l'alto rischio di sconfitta che ci ha fatto correre durante la finale giocata con la Francia ("Purquà?"), fino a quando il buon (?) Lippi lo ha sostituito per la disperazione. Basta coi grandi calciatori appagati da soldi e fama nella nostra Nazionale! Basta con l'obbligo di dover schierare Del Piero o Totti in ogni formazione azzurra!
+ La perla di M. Costanzo del giorno: "'Purquà? Purquà?'. Ecco, pourquoi mille volte rispetto a questa decisione della Fifa che dà tre giornate di squalifica a Zidane e due, dico tirare una zuccata a rischio di sfondare lo sterno ad una persona, vale solo una giornata in più di squalifica. Cosa ha detto Materazzi? Sapendolo, capiremmo quale insulto per la Fifa giustifica un colpo di testa. Zidane dovrà scontare le tre giornate in lavori socialmente utili. Perché non iscriverlo ad un corso di buona educazione? Ne ha tanto bisogno".
+ La perla di B. Grillo del giorno: "(...) Per evitare qualunque dubbio, tengo comunque a precisare che sono in buona salute, non soffro di depressione e che il pensiero del suicidio non mi ha mai sfiorato".
+ La notizia del giorno: "L'Isvap ha multato 6 compagnie assicurative per un totale di 230.000 euro. Il Bollettino mensile dell'authority per le assicurazioni ha riscontrato, nella sua attività ispettiva, diverse violazioni. Quella prevalente (Ras, Assitalia, Cattolica, Toro, Navale Assicurazioni e Assimar) è stata la 'ritardata formulazione dell'offerta di risarcimento Rc auto'. Tra gli altri provvedimenti adottati dall'Istituto presieduto da Giancarlo Giannini c'è anche la revoca dell'attuario incaricato della compagnia Carige Assicurazioni".
+ Il commento alla notizia del giorno: Beh, è sempre bello scoprire che chi ti ha contattato per darti un lavoro ha commesso certe infrazioni...
+ Potete dire...: all'inventore delle recenti versioni della Fiat 600 che è un grande?
+ La frase del giorno: "Finalmente un Governo che non piange e che nonostante la crisi dà 50 milioni di euro allo spettacolo" (Aurelio De Laurentiis).
+ Il commento alla frase del giorno: Avrei preferito che il Governo, pur non piangendo, avesse dato molti meno soldi allo Spettacolo. Non è detto che l'Italia debba pagare tasse per mantenere lo Spettacolo se poi non ci sono soldi per la Sanità.

| |


 venerdì 21/07/2006: LA SOLITA STORIA 

La solita storia

+ Altro colloquio di lavoro. Stavolta è un'altra grossa azienda appartenente allo stesso campo della precedente. Anche in questo caso si sono descritti come i leader del loro mercato, ma a differenza dei precedenti il responsabile (uguale a Francesco Totti ma con occhialetti da intellettuale e capello lungo alla Lapo Elkann) mi ha spiegato tutto per bene in maniera esaustiva e completa. Le condizioni proposte sono state migliori rispetto alla precedente azienda ma le mansioni sono pressoché identiche pertanto, pur avendo preso qualche giorno di tempo per rifletterci sù, credo di essere orientato ad un altro rifiuto. Uffa...
+ La perla di M. Costanzo del giorno: "Il sindaco di Bologna Cofferati ha costanti problemi con parti politiche della giusta e non solo. Quel che mi colpisce è che Cofferati in ogni occasione mi è parso strenuo difensore della legalità e del rispetto della medesima. Peraltro su questo è stata incentrata la sua carriera politica. La parola legalità non tutti la intendono alla stessa maniera e quindi suggeriamo un convegno articolato che abbia come conclusione un'intesa sul concetto di legalità. Non accadrà nulla e continueranno i fraintendimenti".
+ La perla di R. Gervaso del giorno: "Il libro è la più economica, sollecita, silenziosa amante".
+ La prima notizia del giorno: "Dan Brown, lo scrittore che ha venduto oltre 50.000.000 di libri nel mondo, e l'arcivescovo Emanuel Milingo (sfuggito al Vaticano per tornare in America alla setta del reverendo Moon e dalla moglie Maria Sung) forse collaboreranno assieme per un libro. Brown sta facendo di tutto per strappare a Milingo un appuntamento" (fonte: "Il Giornale").
+ Il commento alla prima notizia del giorno: Cosa si deve fare pur di vendere libri...
+ La seconda notizia del giorno: A seguito della ingiusta sentenza della Fifa, Marco Materazzi ha detto: "Mi hanno pregato di non rispondere. A costo di una grande fatica rispetto la consegna del silenzio, altrimenti provocherei la terza guerra mondiale".
+ Il commento alla seconda notizia del giorno: E PARLA! Facciamola scoppiare 'sta guerra! :)
+ Il primo dialogo del giorno:
(M0r94n si avvicina con l'auto al parcheggiatore)
M0r94n: "Scusi, quanto costa la sosta per mezz'ora?".
Parcheggiatore: "1,50 euro per tutta la giornata".
M0r94n: "... Sì, ok, ma quanto costa mezz'ora?".
Parcheggiatore: "1,50 euro per la giornata intera".
M0r94n: "... Cioè, vuole dirmi che non ci sono tariffe intermedie oppure che lei è straniero?".
Parcheggiatore: "Che non ci sono tariffe intermedie".
M0r94n: "E allora vado a parcheggiare altrove".
+ Il secondo dialogo del giorno:
(M0r94n sale al 4° piano con l'ascensore, arriva al piano e si apre la porta)
Passante: "Questo è il quarto piano, eh".
M0r94n: "Sì, lo so... Grazie".

| |


 giovedì 20/07/2006: ODE A "MATINEE" 

Ode a 'Matinée'

+ Riesco a vedere finalmente "Matinée" in tv dopo giorni e giorni di "inseguimento" mai andato in porto. Come per le pochissime altre volte che sono riuscito a sintonizzarmi, anche stavolta c'è il rapper G-Max con i suoi soci che dispensa rime più o meno piacevoli, scimmiottando nel piccolo studio televisivo. Ora, capisco che il programma vuole rivolgersi anche ai giovani, ma spero che ci sia qualcuno negli alti piani della Rai che dica ai responsabili del programma in questione che NON tutti i giovani si identificano col rap quindi, magari, potrebbero limitare quel genere musicale a vantaggio di una più ampia variazione musicale.
+ Paolo Zaccagnini, famoso critico musicale ospite odierno di "Matinée", ha criticato senza mezzi termini il fisico di Madonna perché attualmente non dotato di forme femminili. La sua osservazione mi ha fatto molto piacere, considerato il mio pensiero espresso proprio l'altroieri al riguardo.
+ La perla di M. Costanzo del giorno: "La crisi del Medioriente ci ha rigettato in antiche angosce. I racconti degli italiani rientrati dal Libano riferiscono di bombardamenti a sorpresa, di paralizzanti paure. Ho visto l'immagine di una bambina di 7-8 anni sdraiata su un fianco, in terra, come se dormisse. Era morta, purtroppo, e negli occhi semiaperti l'immagine della tragedia e dell'impotenza di tutti noi di impedirla. Non conosco il nome di quella bambina, ma nella sua vita stroncata leggo l'orrore di questa stagione. Una stagione lunga, infinita".
+ La perla di R. Gervaso del giorno: "Tutte le volte che una donna mi ha ceduto, qualcuno mi aveva preceduto".
+ La perla di B. Grillo del giorno: "(...) L'Italia è piena di emergenze, ma i nostri dipendenti hanno le loro. Quando scappa, scappa. E un bel indulto è sempre meglio che finire in galera. Questa legge, così hanno dichiarato le anime belle e pie del governo, serve per liberare le carceri. Può darsi. Ma serve anche a non farle occupare. E mondare Previti dai suoi peccati, così potrà raggiungere i suoi colleghi in Parlamento e deliberare delle belle leggi sulla giustizia. Come sembra lontano il 9 aprile. Il mercato degli indulti è aperto, continuazione ideale del mercato delle indulgenze della Chiesa di una volta. Per redimersi dai peccati basta un'indultino, in cambio si potrà poi votare tutti insieme per delle leggi ad cdlulivum (...)".
+ La prima notizia del giorno: "Paolo Onofri, il padre del piccolo Tommaso sequestrato e ucciso a Parma nel marzo scorso, ha raggiunto un accordo per patteggiare una pena di 6 mesi con la procura di Parma per il possesso del materiale pedopornografico ritrovato nella sua cantina in via Jacchia a Parma il 10 marzo. Bisognerà ora attendere la decisione del giudice. Al papà di Tommaso sarà applicata una pena di 6 mesi con sospensione condizionale della pena".
+ Il commento alla prima notizia del giorno: Perché pena sospesa??? Che giustizia è???
+ La seconda notizia del giorno: "La Fifa ha inflitto 3 giornate di squalifica a Zinedine Zidane e 2 giornate a Marco Materazzi per le rispettive testata e provocazione. La squalifica a Zidane non costerà il 'Pallone d'Oro dei Mondiali', e la Fifa ha comunicato che l'ex capitano francese ritiratosi dal calcio, per espiare la propria colpa, si è reso disponibile ad 'intraprendere attività umanitarie che la Fifa promuoverà in favore dei bambini'. Per Materazzi, invece, la squalifica significherà saltare la rivincita con la Francia il 6 settembre".
+ Il commento alla seconda notizia del giorno: Che scandalo! Per Materazzi 1 giornata bastava e avanzava! Comunque... macché rivincita! Mica rimettiamo in gioco la Coppa, CHE E' E SARA' NOSTRA PER 4 ANNI! :p

| |


 mercoledì 19/07/2006: I LIBRI IN OFFERTA 

I libri in offerta

+ Passo tra gli scaffali di un noto centro commerciale in territorio quasi nemico, alla ricerca di qualche affaruccio da cogliere al volo, quando ad un tratto i miei occhi cadono su un cestone pieno zeppo di libri dai titoli uno più orribile dell'altro. Purtroppo, non avendo a portata di mano carta e penna, non sono riuscito a prenderne nota, ma ho comunque voluto fotografare il titolo che secondo me meglio rappresenta il genere di libri proposti lì dentro. E questo era il più "intellettuale"...
+ La perla di M. Costanzo del giorno: "Hanno arrestato il portavoce del boss latitante Messina Denaro. Che i boss avessero un portavoce è una novità. E' una novità e un salto generazionale. Provenzano usava i pizzini e Messina Denaro aveva un portavoce. Comunque non riesco ad immaginare il lavoro di questo portavoce. Smentisce e rettifica quanto detto sul boss? Ovviamente il portavoce può fare tutto a patto che non speri di modificare l'immagine del suo datore di lavoro. Mi auguro sia stato consapevole dell'impegno impossibile a cui era chiamato. Il commissario Ue dei trasporti, Jacques Barrot, ha introdotto un nuovo regolamento per tale campo".
+ La perla di R. Gervaso del giorno: "Meglio i giovani che invecchiano dei vecchi che ringiovaniscono".
+ La notizia del giorno: "Niente più sorprese per chi viaggia in aereo: d'ora in poi il prezzo di un biglietto pubblicizzato dalle grandi compagnie aeree o da quelle low cost dovrà corrispondere al prezzo che viene realmente pagato. Si dovranno cioè porre ben in vista tariffe e tasse aggiuntive. Lo prevede una decisione della Commissione Ue, decisa a dare battaglia contro le pubblicità ingannevoli che rendono poco chiaro il costo effettivo di un volo".
+ Il commento alla notizia del giorno: Finalmente!
+ La frase del giorno: "Divorzio perché Fabrizio si risposi. Non mi passa neanche per la testa intralciare la sua felicità con Carlotta" (Rita Dalla Chiesa).

| |


 martedì 18/07/2006: MADONNA, CHE MAGREZZA! 

Madonna, che magrezza!

+ Sono giorni che vedo sui giornali la pubblicità del nuovo tour di Madonna, sui quali appare con faccia da pesce lesso e corpicino costituito a malapena da pelle e ossa. Con tutto il rispetto per la carriera artistica della suddetta cantante, c'è una cosa che ormai è evidente: se Madonna dimagrisce un altro pò "Criste mò se l'aripije" (traduzione: "Gesù Cristo sta per riprendersi la sua anima", nel senso che sta al limite tra la vita e la morte). A mio modesto parere, se la conoscessi le darei i seguenti consigli:
- mangiare qualche bistecchina in più;
- allentare un pochino il programma di allenamento in palestra (che tanto alla sua età i promoter la pagano soltanto per la qualità della voce);
- diminuire gli impegni giornalieri per riposarsi un pò di più;
- mangiucchiare qualche dolcetto ogni tanto per togliersi qualche sfizio di gola;
- pensare un pò di più alla famiglia, visto che ormai le sue canzoni originali, per essere trasmesse in radio, devono passare prima da un dj che gliele remixi...
Ma suo marito, oltre a trascinarla via dalle feste mondane nelle quali la consorte si ubriaca e si avvinghia agli ex fidanzati, non potrebbe dire/fare qualcosa?
+ La perla di M. Costanzo del giorno: "Penso si debba fare qualcosa per Naomi Campbell, che di continuo distrugge quel che le capita a portata di mano. Si è recentemente innervosita sullo yacht di qualche amico o conoscente e ne ha distrutto una parte. In passato, per queste sue estroversioni, è stata più volte denunciata. Ma cosa hanno fatto a questa ragazza per farla diventare così irritabile? Peraltro ricordo d'aver letto che prima di dedicarsi agli arredamenti, alle specchiere, alla mobilia, la Campbell ha costretto a ricorrere alle cure dei sanitari più di una persona".
+ La perla di R. Gervaso del giorno: "L'adulterio è un peccato solo per chi non sa commetterlo".
+ La prima notizia del giorno: "Sta invadendo le tv con gli spot dei cellulari al fianco di Silvio Muccino, diretti da Muccino senior, ha 2 film in uscita per il prossimo autunno. Laura Chiatti, 24 anni, biondissima dagli occhi verdi e l'altezza scarsina, è stata consacrata dai giornali francesi come la nuova Brigitte Bardot, ma lei sdrammatizza: 'Vorrei invecchiare come lei, senza fare i calendari a 70 anni tutta stiracchiata...'".
+ Il commento alla prima notizia del giorno: Ecco come si chiama l'unico motivo per il quale si resiste nel guardare gli invadenti spot di quella compagnia telefonica!
+ La seconda notizia del giorno: "Dare del 'frocio' a qualcuno è reato. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, annullando una sentenza del giudice di pace di Teramo con la quale era stato assolto un uomo sulla base del fatto che quella parola non poteva essere considerata come un'offesa. E invece è reato. L'imputato, un 40enne abruzzese, era stato denunciato nel maggio 2005 per aver rivolto ad un suo conoscente l'epiteto incriminato. Dopo la sentenza del giudice di pace si è passati al ricorso in Cassazione, la cui quinta sezione penale della Suprema Corte, presieduta da Bruno Foscarini, ha annullato quella tanto contestata decisione con la sentenza numero 24513 in quanto 'alla logica ed alla sensibilità sociale che ravvisa il termine "frocio" un chiaro intento di derisione e di scherno, espresso in forma graffiante'".
+ Il commento alla seconda notizia del giorno: Se si ricorresse ai giudici tutte le volte in cui si usa quel termine, la Giustizia italiana subirebbe un rallentamento notevole.
+ La frase del giorno: "L'Italia è un popolo di cialtroni. Il Circo Massimo ne è una prova. Interessa solo il calcio" (Ciprì e Maresco).

| |


 lunedì 17/07/2006: UNA GIORNATA NATA STORTA 
+ Stamattina ho avuto da subito la sensazione che si sarebbe trattato di un giorno tendente al negativo per me e chi mi sta attorno. A parte lo stordimento per le poche ore di sonno (per di più disturbato) di questa notte, appena sono arrivato al mio primo appuntamento ho capito tutto: la persona di cui avevo bisogno era assente, pertanto ho dovuto spiegare tutto da capo ad altri 3 soggetti che mi hanno risolto soltanto la metà delle richieste, tra l'altro in 1 ora e mezza. Al secondo appuntamento invece ero già preparato psicologicamente: una fatica immane per trovare parcheggio, una coda di 10 persone davanti a me, per poi sentirmi dire che: "Forse sarebbe meglio se va prima all'altro ufficio. La prossima volta poi potrà venire da noi". Ma quando si tratta di dover dare dei soldi tutti gli sportelli risultano magicamente abilitati a riceverli, invece quando devono darli loro si gioca a scaricare la responsabilità tra le diverse filiali? E intanto le maledizioni indirizzate al mio ex lavoro aumentano di giorno in giorno.
+ Il primo capitolo a parte è dedicato ad una impegata del primo ufficio visitato stamattina, la quale ha passato 1 ora attaccata al telefono, parlando di fatti privati. D'accordo che in quell'ora magari non c'era molto da fare, però cara signora bionda che hai la scrivania in bella vista sull'ingresso, renditi conto che ti vedono e sentono tutti lì dentro...
+ Il secondo capitolo a parte invece è riservato alla signora sui 65 anni di oggi la quale, dopo che ho parcheggiato, mi si è messa dietro e pretendeva con segni strani fatti con le braccia che io mi dovessi spostare perché doveva passare lei, con la bellezza di 20 metri di spazio affianco a me dove poteva anche impennare con l'auto se ne fosse stata capace. Così, visto che con dei semplici ed educati cenni fatti da dentro il mio abitacolo la signora non capiva, sono sceso dall'auto e le ho indicato col mio dito indice destro il semplice percorso da fare. Il tutto con la visibile solidarietà concessami dall'automobilista che le stava dietro.
+ La perla di M. Costanzo del giorno: "Siamo pronti a seguire un Campionato di quartiere dove si confrontano le rappresentanze di vari condomini. A patto che il clima delle recenti memorabili giornate si riproduca ancorché su scala minima. Festeggiare un evento del quale non foss'altro per nazionalità si è protagonisti è stata una grande emozione, un momento irripetibile, un qualcosa che ha acceso i cuori e alimentato la spavalderia. Potrebbe essere una terapia antidepressiva a bordo campo mentre gioca la scala 'C' contro la scala 'L'".
+ La perla di R. Gervaso del giorno: "La storia ha tante verità, ma anche la Verità".
+ La notizia del giorno: "Anche Massimo Moratti avrebbe telefonato a Bergamo. Lo riferisce 'Tuttosport' che fa riferimento a una telefonata intercettata fra la Fazi, ex segretaria Can, e Bergamo, nella quale l'ex arbitro parla di Moratti che lo avrebbe chiamato dicendogli: 'So cosa succedeva prima, oggi nessuno si può lamentare, glielo dico io che non ho vinto nulla. Ora siamo davvero nelle condizioni di stare tutti tranquilli...'" (fonte: "TgCom").
+ Il commento alla notizia del giorno: Oh oh oh... Ma cosa leggono i miei occhi: anche i santarellini nerazzurri, quelli che vogliono lo scudetto della scorsa stagione, hanno qualche scheletrino nell'armadio. Interessante, parliamone.
+ La frase del giorno: "Faccia il giro!" (M.).

| |


 domenica 16/07/2006: ROSSI/MATERAZZI C'E' 

Rossi/Materazzi c'è

+ A parte il nervoso generatosi alle 13 per essermi accorto di aver perso i primi 20 giri di pista della gara di Motomondiale odierna (nei quali evidentemente è successo di tutto visto che Valentino Rossi era momentaneamente in testa dopo essere partito dalla 4° fila), il tutto è svanito nel momento in cui Rossi ha tagliato il traguardo ed ha successivamente indossato la maglia azzurra di Marco Materazzi, con la quale ha fatto tutto il giro d'onore di pista ed ha poi ricevuto la coppa sul podio. Lui ha poi spiegato che l'ha indossata perchè è interista e perché conosce Materazzi (il quale gliel'ha regalata), ma ora andate a spiegare ai francesi che quel gesto è stato fatto per semplice amicizia e non per sbeffeggiarli... anche se, sotto sotto, lo sfottò ci sarebbe stato comunque bene :)
+ La perla di M. Costanzo del giorno: "Pare che i grandi campioni, dopo la sentenza della giustizia sportiva, mirino a mettersi sul mercato e ad andarsene. Non è il massimo dell'eleganza ma d'altra parte, essere campione del mondo capita soltanto una volta. Saranno certamente ricordati quei giocatori che, nella sorte avversa, rimarranno nelle squadre di appartenenza per riportarla presto nelle classifiche importanti. Assisteremo a qualche esagerazione e a qualche ingratitudine. Ma questo attiene alla vita e alla quotidianità".
+ La notizia del giorno: "Sul totale dell'export italiano valgono quasi il 15%. I mercati preferiti sono quelli americani e mediorientali. E' la fotografia delle aziende dell'Italia Centrale scattata dalla Sace, la società pubblica che aiuta, con l'attività assicurativa e non solo, l'internazionalizzazione delle imprese italiane. Lazio, Toscana, Abruzzo e Umbria vantano una quota tutt'altro che irrilevante delle esportazioni nazionali, anche se la percentuale si confronta con quelle più ampie del Nord-Ovest (41,6%) e del Nord-Est (31,5%). (...) Ognuna delle quattro regioni ha una sua particolare specializzazione. Così la Toscana eccelle nel tessile e negli apparecchi meccanici, il Lazio nel chimico-farmaceutico e negli strumenti di precisione (macchine e apparecchiature elettriche), l'Umbria nella meccanica strumentale, l'Abruzzo nei mezzi di trasporto. La maggior parte delle esportazioni del Centro-Italia è diretta verso l'unione europea e gli Stati Uniti, ma ci sono presenze significative in Svizzera, nella Federazione russa, in Turchia e in Cina".
+ Il commento alla notizia del giorno: Perché non creare una macro-regione del Centro Italia composta da Abruzzo, Lazio, Marche, Umbria e Toscana?

| |


 sabato 15/07/2006: "ALLA TUA" 

'Alla tua'

+ (continua) L'esibizione di Boosta è iniziata alle 2:30, mandando nel profondo dispiacere le teenager accorse per urlicchiare e scandire il nome d'arte del tastierista-dj anziché pensare a ballare, che lentamente e mestamente sono andate via dalle 2 in poi per presumibili imposizioni familiari (che è giusto, visto che ai miei tempi quegli orari me li sognavo). Come constatato da me e confermato dal buon A., la musica proposta dall'ex riccioluto subsonico è stata al di sopra delle aspettative: non proprio il massimo, ma comunque abbastanza buona con numerosi picchi di ottimo groove. La durata della esibizione è stata in effetti un pò deficitaria (soltanto 1 ora contro le 2 del duo Krakatoa), ma per la qualità dimostrata direi che se l'è potuta permettere.
+ Durante il costante dimenarsi nei pressi del centro della pista da ballo, ho buttato lì l'idea di andare a complimentarmi col Boostarello a fine serata per la buona musica selezionata, con il placet di A., apparentemente un pò annebbiato per gli alcoolici precedentemente ingurgitati. La serata scorre, Boosta scende dalla consolle, va a bere qualcosa al bar, viene braccato da 2 ragazze dalle sembianze e dagli atteggiamenti da cubista che sembra conoscere, e noi dopo una ulteriore mezz'ora decidiamo di andar via viste le esigenze lavorative di 2 elementi del gruppo su 3. Arrivati sulla via d'uscita però ho ricordato ad A. che non avevo ancora mantenuto la promessa dei complimenti da fare, così sono tornato sui miei passi e sono andato dall'artista tastieristico. Il successivo scambio di opinioni l'ho riportato fedelmente nel "Dialogo del giorno", ma c'è una cosa che proprio non mi sarei mai aspettato dalla vita: Boosta che mi dedica un brindisi alla fine di una sua serata non l'avrei mai potuto immaginare.
+ La perla di M. Costanzo del giorno: "La guerra tra il Libano e Israele è la storia infinita portatrice di attentati, di morte, di macerie. Per sorridere bisogna andare a leggere quanto ha detto Milingo: sono l'apostolo dei preti sposati. Infatti il monsignore ancora una volta è corso dalla sua signora ingannando quanti cercavano di riportarlo sulla retta via. A Lampedusa sono sbarcati 330 extracomunitari con quattro viaggi diversi. Sono milioni le persone che sperano di vivere. Come quelli che stanno subendo i raid aerei e i bombardamenti".
+ La frase del giorno: "Dopo tutto questo canaio, forse, se invece di Roberto Donadoni nominiamo Luciano Moggi al posto di Lippi... vediamo come va" (Giulio Andreotti).
+ La parola del giorno: "Dèspota" (T.). Non la sentivo dai tempi della scuola media.
+ Il dialogo del giorno:
M0r94n: "Ehm, Boosta, ciao".
Boosta: "Uhm? Ciao".
M0r94n: "Complimenti per la musica che hai messo stasera. Davvero notevole".
Boosta: "Troppo buono".
M0r94n: "Se mi permetti un paragone... altro che Krakatoa, sei ad un livello nettamente superiore".
Boosta: "Eheh troppo gentile".
M0r94n: "Solo questo, ti lascio andare. Buona serata".
Boosta: "Grazie, buona serata anche a te. Alla tua!" (alzando il bicchierino strapieno di qualche alcoolico marrone col braccio sinistro).
M0r94n: "Ehm... no no, alla tua!".
Boosta: "Alla tua, alla tua! Ciao bello".

| |


 venerdì 14/07/2006: TIME OUT 



+ Terzo ed ultimo giorno di quelli concessi all'azienda dell'altroieri per farmi cambiare idea sul loro lavoro. Come previsto, non ci sono riusciti e quindi ho aspettato che l'istruttrice finisse di illustrarci le sue cose per comunicarle a bruciapelo che non ho intenzione di far parte della loro squadra. Credo che l'abbia presa un pò male, non so se più per il fatto che eravamo pochini oppure per l'impressione positiva che le avevo fatto. Ma non importa, si è chiuso un altro mini-ciclo della mia vita e continuo a guardare avanti. Che detto così suona come se avessi chissà quante offerte di lavoro... In realtà le chiamate sono finite, quindi se tra qualche settimana mi dovesse arrivare l'esito negativo delle prove fatte ieri devo sperare nelle altre piste battute nelle settimane passate.
+ Dopo aver partecipato alla serata dedicata ai Krakatoa qualche mese fà, decido di aggiungere un altro tassello di esperienza andando a vedere la serata di Boosta in una notissima discoteca all'aperto della mia Città. Nonostante il buon proposito scritto sugli inviti pubblicitari di aprire il locale al pubblico alle 23, i buttafuori hanno sganciato la cordicella di velluto dai paletti dell'entrata intorno alle 0:45. Ma vabé (continua).
+ La perla di M. Costanzo del giorno: "La telenovela Zidane-Materazzi si dovrebbe avviare verso la conclusione. Me lo auguro. Abbiamo troppi interrogativi nella nostra esistenza per aggiungere anche quello riguardante il dialogo fra i due prima del colpo di testa. Certo due accademici della Crusca, due frequentatori dei Lincei, dovrebbero avere l'avvertenza, quando si scambiano opinioni, che qualcuno ne registri il contenuto. La Società, la Cultura lo pretendono. E' oltretutto il modo per ribadire e sottolineare il nostro essere europei. Mica chiacchiere".
+ La perla di R. Gervaso del giorno: "In Italia il potere lo conquisti fingendo di metterti al servizio di chi te lo consegna".
+ La prima notizia del giorno: "Ecco i verdetti riguardanti Moggiopoli pronunciati oggi pomeriggio.
- Juventus: revoca dello scudetto 2004/05, non assegnazione dello scudetto 2005/06, retrocessione in Serie B con penalità di 30 punti, 80.000 euro di ammenda, 5 anni di inibizione e 50.000 euro di ammenda per Luciano Moggi, 5 anni di inibizione e 25.000 euro di ammenda ad Antonio Giraudo;
- Milan: penalizzazione di 15 punti per la prossima stagione di Serie A, penalizzazione di 44 punti per lo scorso campionato, 30.000 euro di ammenda, 1 anno di inibizione per Adriano Galliani, 3 anni e 6 mesi di inibizione per Leonardo Meani;
- Fiorentina: retrocessione in Serie B, penalizzazione di 12 punti nel prossimo campionato, 50.000 euro di ammenda, 3 anni e 6 mesi di inibizione e 20.000 euro di ammenda ad Andrea Della Valle, 4 anni di inibizione e 30.000 euro di ammenda a Diego Della Valle, 3 anni e 6 mesi di inibizione e 10.000 euro di ammenda per Sandro Mencucci;
- Lazio: retrocessione in Serie B, penalizzazione di 7 punti nel prossimo campionato, 40.000 euro di ammenda, 3 anni e 6 mesi di inibizione e 10.000 euro di ammenda a Claudio Lotito".
+ Il commento alla prima notizia del giorno: Jassant'!!!
+ La seconda notizia del giorno: "Secondo una classifica stilata dlla New Economics Foundation (Nec) ed il gruppo ambientalista Friends of the Earth (Foe), l'Italia è la nazione del G8 più felice in base al 'tasso di felicità' calcolato moltiplicando la durata della vita media di ogni abitante per il 'tasso di soddisfazione' (calcolato in base a sondaggi condotti in vari Paesi) della nazione in questione. Ad aggiudicarsi il primo posto in classifica assoluta è invece Vanuatu, un arcipelago di 80 isole nel Pacifico occidentale i cui 250.000 abitanti userebbero al meglio le proprie risorse per vivere una vita lunga, sana e soddisfaciente. A Vanuatu il 'tasso di felicità' è 68,2 mentre in Italia è del 48,3. C'è da considerare che a Vanuatu si vive in media 68,6 anni, non hanno un esercito permanente e si sostengono con l'agricoltura e la pesca".
+ Il commento alla seconda notizia del giorno: L'ho sempre detto che voglio andare a vivere nelle isole di Tokelau!
+ Le frasi del giorno:
- "Prova almeno un paio di settimane, che ti costa?" (L.).
- "Ha detto che non vuole fare il test... ma tanto c'ha rimast' fregat'!" (F.).

| |


 giovedì 13/07/2006: L'ABITO FA IL MONACO 

L'abito fa il monaco

+ Altro giro, altro colloquio. Stavolta arrivo sul posto convinto di me, in abbondante anticipo e fiducioso di non aver nulla da perdere. Solo che, una volta arrivato davanti al cancellone d'ingresso dell'azienda, ho guardato i 5-6 ragazzi che aspettavano lì davanti e mi sono reso conto di stare per fare una enorme figuraccia: ero l'unico vestito casual/classico anziché classico/elegante come si dovrebbe in tali casi. Non riesco ancora a spiegarmi cosa mi sia passato per la testa quando ho scelto i vestiti da indossare in questa occasione, ma so che non ho mai desiderato così tanto come oggi di poter tornare a casa per sistemarmi in maniera decorosa. L'ambiente lavorativo che ho visto oggi è stratosfericamente il top rispetto a tutto ciò che esiste nella mia regione: si comincia dall'ingresso nello stabile per il quale dovevamo essere dotati di tesserino con scritta "visitatore" da appendere in bella vista, per poi passare nella sala d'aspetto della struttura dotata di marmi lucidissimi, poltrone in similpelle umana comodissimi, maxi-televisore al plasma che riproponeva a rotazione slogan di competitività e strategie vincenti dell'azienda (ed io lì, seduto in una maxi-poltrona in mezzo ad un mare di gente elegante con aspetto professionale e valigette nonostante qualche faccia da ebete che non può essere nascosta da un abito), fino ad arrivare alla sala riunioni nella quale ci hanno portati per esaminarci. Le seguenti prove sono state "fattibili", anche se tra il test scritto (durante il quale mi è sembrato di tornare ai tempi dell'università) e l'auto-presentazione pubblica ho preferito di gran lunga il primo. Uscendo dallo stabile ho guardato con un pò di tristezza i corridoi e le stanze nelle quali sono ripassato, consapevole che quello è attualmente un mondo nel quale quasi sicuramente non mi faranno entrare con le prove fatte oggi, purtroppo.
P.S.: a saperlo, non avrei dato le indicazioni a quei 5-6 ragazzi che aspettavano fuori dal cancello per poter entrare nello stabile, così avrei eliminato con le mie mani ed in un colpo solo 1/4 dei concorrenti di oggi :p
+ La perla di M. Costanzo del giorno: "Le feste sono belle ed è giusto che continui il festeggiamento dei campioni del mondo. Meglio non esagerare però, dal momento che la vittoria della squadra italiana non va legata alla giustizia sportiva che sta per pronunciarsi. Ha ragione il ministro Melandri nel ricordare che da una parte c'è il campionato e dall'altra l'inchiesta giudiziaria. Sono molti, infatti, gli inviti al perdono e alla clemenza. Crescono di ora in ora. Personalmente desidero ricordare che gli illeciti, se provati, sono illeciti, come vittorie sono vittorie".
+ Il commento alla perla di M. Costanzo del giorno: Bravo Maurizio.
+ La perla di R. Gervaso del giorno: "La vita mi ha insegnato che dovevo imparare da solo".
+ La prima notizia del giorno: "Zinedine Zidane si è scusato per aver dato una testata a Marco Materazzi durante la finale dei Mondiali, ma «non si pente», perché è stato insultato con «parole molte dure». Lo ha detto il calciatore francese intervistato da Canal Plus. Tutto, spiega il fuoriclasse, sarebbe iniziato perchè Materazzi gli avrebbe tirato la maglietta. «Io - continua Zidane - gli ho detto che potevo dargliela negli spogliatoi e lui ha iniziato con gli insulti. Ha insultato più volte le donne della famiglia. Al primo insulto ho fatto finta di nulla, ma poi non ho resistito, sono un uomo». Non risponde però alla domanda del giornalista che gli chiede di rendere pubblico l’insulto. «Si guarda sempre alla reazione e mai alla provocazione - si è giustificato - ma il vero copevole è quello che provoca. Da Materazzi ho ricevuto parole che sono più dure dei gesti. Avrei preferito prendere un pugno».Gli insulti comunque, ha specificato l’ex capitano della Francia, non erano d’ordine razzista (una puntualizzazione che spazza via l’ipotesi, piuttosto remota, che la Fifa potesse privare l’Italia del titolo mondiale sulla base del regolamento che vieta comportamenti di questo genere)".
+ Il commento alla prima notizia del giorno: Vedi coro cantato in una piazza l'altra notte.
+ La seconda notizia del giorno: "Cannavaro preoccupato: la Coppa ha perso un pezzo? (...) Per un attimo Cannavaro si siede affianco a Del Piero (sul pullman all'aeroporto di Pratica di Mare - n.d.M.) ed appare tranquillo. Ma poi è il vicecommissario della Figc, Demetrio Albertini, a rendersi conto che qualcosa non va: un tassello di malachite (una pietra semipreziosa) sembra essersi staccato dalla base del trofeo. Cosa sia avvenuto dopo è tutto da scoprire. (...) Una goccia di colla miracolosamente rinvenuta nel pullman ha rimesso tutto a posto? Il giallo continua" (fonte: "Il Messaggero").
+ Il commento alla seconda notizia del giorno: Come caspita hanno fatto a fotografare Cannavaro col pezzettino di coppa verde in mano?!? Potenza delle fotocamere moderne...
+ La frase del giorno: "L'ultimo rigore, prima di quello decisivo alla finale del Mondiale, l'ho battuto col Chieti contro il Prato" (Fabio Grosso).

| |


 mercoledì 12/07/2006: AVANTI UN ALTRO 
+ Primo giorno del corso di formazione dell'azienda di ieri. Le materie trattate sono abbastanza facili, considerato che avevo già fatto un corso simile e poi si parla di una materia che ho studiato e che mi è sempre piaciuta. A parte le 7 ore di grafici, esempi pratici, definizioni, simulazioni e relative figuracce varie, c'è una cosa che non mi scende proprio giù: perché non dicono chiaramente cosa si diventa una volta entrati a far parte del loro gruppo? Voglio dire: servirebbero 2 minuti e poche parole per specificare ruolo, compiti, responsabilità e retribuzione dei nuovi assunti, ed invece si va avanti facendo finta di niente. D'accordo, io sto seguendo il corso da semplice "uditore", però dagli altri presenti mi aspettavo qualche domanda informativa in più. Boh, forse sono io quello troppo preciso, anche se non mi sembra...
+ La perla di Maxime del giorno: "(...) Per esprimere tutto il nostro stupore, noi non usiamo i classici “oh dio!”, né “mamma mia!”, bensì diciamo “cccià sànd!” (mannaggia santa) o più spesso “frèchete!” (frègati). E maggiore è l’energia che vogliamo conferirgli, maggiore è il volume della voce ed il numero di “e”: ad esempio mentre l’11 settembre 2001 assistevamo in tv al crollo delle torri gemelle di New York, dal vicino Lazio si è udito chiaramente un coro di “freeeeeeeeeeechete!” proveniente da Chieti. La stessa espressione è utilizzata anche in altre occasioni, soprattutto per infierire su qualcuno o per apprezzare la bellezza femminile: cade davanti a noi l’idiota che stava facendo lo splendido impennando con lo scooter? Frèchete! Zidane viene espulso dopo aver dato una testata a Materazzi? Frèchete! Ci passa davanti Manuela Arcuri in topless? Freeeeeeeeeeeeeeeeeeechete! Insomma, ci siamo capiti (...)".
+ La perla di M. Costanzo del giorno: "Lo sapevo: poche ore dopo la laurea a campioni del mondo sarebbero scattate le dietrologie. Sentite: hanno voluto dirmi che nell'attesa di tirare i rigori, Trezeguet sarebbe stato chiamato al telefono e gli sarebbe stato intimato di puntare la traversa. Ma via! E chi avrebbe fatto la richiesta? Già, e non hai capito che è stato Moggi? Qualcuno ha aggiunto di aver sentito Trezeguet dire: ok, Lucy. Sembra invece vero che Materazzi ha chiamato Zidane terrorista e quest'ultimo ha reagito con una testata. Ma che altro si saranno detti?".
+ La perla di R. Gervaso del giorno: "Grandi uomini si diventa; gentiluomini si nasce".
+ La notizia del giorno: "L'ufficio legale della Islamic Anti-Defamation League (Iadl) ha presentato una querela nei confronti del senatore Calderoli: 'Riteniamo inaccettabile che quest'uomo continui imperterrito ad incitare all'odio razziale contro le minoranze etniche e religiose'".
+ Il commento alla notizia del giorno: Ma allora non solo il solo che pensa questa cosa...
+ Le frasi del giorno:
- "Just for fun" (Ma.).
- "E scine che sò capit', hann' jit a rivuticà dù palazz'" (A.). Riflessione riguardante l'abbattimento delle Torri Gemelle fatte da un uomo anziano.
| |


 martedì 11/07/2006: IL PROFUMO DELLA LIBERTA' 

Il profumo della libertà

+ Ecco i miei 20 buoni motivi per i quali sono felice che si sia interrotto il maledetto rapporto lavorativo trascinato fino ad oggi:
01) tornerò a vedere la luce solare per più di 30 minuti al giorno;
02) non sarò più costretto a sentire la puzza di bar bruciato/affumicato/marcio nei momenti in cui voglio un caffé;
03) non dovrò più battermi 5 ore al giorno per evitare di avere puntato addosso il maledetto getto dell'aria condizionata a potenza "tsunami";
04) non rischio più di essere vittima di una epidemia di dissenteria che fin'ora ha già colpito mezzo ufficio;
05) potrò muovermi liberamente all'interno di una stanza senza dover chiedere "permesso" e "scusa" 50 volte al giorno per fare 30 centimetri di percorso alla volta;
06) nessuno modificherà più l'altezza regolabile della mia sedia da ufficio con le rotelle, puntualmente lasciata ad altezza "vatusso" dopo averne usufruito;
07) niente più cazziate ingiuste da parte di un testone sfruttato con stipendio da terzo mondo che si atteggia da capo ufficio;
08) tornerò a trovare tutte le mie cose sempre al proprio posto senza che qualcun'altro le utilizzi senza il mio consenso e poi le rimetta a posto in maniera difforme dalla condizione originale;
09) addio nervosismo tenuto dentro nei momenti in cui il testone dice le sue stupidaggini;
10) potrò tornare ad essere informato su ciò che accade nel mondo;
11) riuscirò ad avere un'abbronzatura decente;
12) ricomincerò a dormire tranquillo;
13) riavrò i miei pochi ma buoni rapporti sociali;
14) deciderò nuovamente io come/dove/quando/perché usare il telefonino;
15) ricomincerò a fare una cosa alla volta, per bene ed in silenzio;
16) potrò organizzarmi una vacanza senza essere vincolato da giorni ed orari;
17) non corro il rischio di ricevere le (giuste) maledizioni da parte di chi non riesce ad avere la propria busta paga nel giorno prestabilito, come quelle che già prende (altrettanto giustamente) il testone;
18) potrò ricominciare a ridere tanto, senza limitazioni ed in ogni momento in cui lo riterrò opportuno;
19) non dovrò rispondere a telefonate insulse ogni volta in cui sarò concentrato a fare qualcosa di utile ed interessante;
20) potrò tornare ad essere me stesso, che non è poco.
P.S.: il mio ex ufficio è talmente odioso che la mia fotocamera ha deciso di boicottarne l'immagine.
+ Felice e spensierato come se avessi appena finito un incubo, mi sono rimesso all'opera nella ricerca del MIO lavoro ideale. Oggi è stata la volta di una nota ed affermata azienda che opera in campo nazionale, la quale mi ha invitato ad essere puntuale ma poi mi ha fatto aspettare 45 minuti in sala d'attesa (sala è una parola grossa, diciamo 2 poltroncine scomode posizionate in un angolo buio dell'ingresso). L'incontro è durato circa 10 minuti, al 1° dei quali ho capito che la loro proposta si basava su un'unica tipologia di mansione che rientra nella categoria che più cerco di scansare da qualche anno a questa parte: la consulenza itinerante a provvigione. Per carità, a differenza dell'azienda-scandalo che me lo propose per la prima volta qualche anno fà o di quella che si ripropose soltanto qualche mese fà questa di oggi è davvero seria, però dò loro comunque la possibilità di farmi cambiare idea entro 3 giorni nei quali farò parte della loro squadra. Ma la vedo male... :)
+ La perla di M. Costanzo del giorno: "Prendiamoci come è giusto qualche ora di distrazione dal Campionato Mondiale di Calcio per occuparci d'altro. Ad esempio per fare molti auguri a Luciano Pavarotti che è stato operato per un tumore al pancreas già da qualche giorno e sta, come ha detto il suo manager, riprendendosi molto bene. Mi auguro che la forte fibra del grandissimo tenore sappia reagire all'insidia del male. E' difficile accettare che chi ci ha dato costanti emozioni possa uscire di scena, anche temporaneamente. Il palcoscenico della vita lo attende".
+ La perla di R. Gervaso del giorno: "Nessuno è più scostumato del fustigatore di costumi".
+ La notizia del giorno: "Sull'aereo più pazzo del mondo, anzi del Mondiale, bambini in festa, bottiglie di Veuve Cliquot francese, giocatori che tosano con la macchinetta del barbiere la testa dei compagni. Non c'era scopone presidenziale, sul volo che ha riportato l'Italia. Ma il clima era di allegria incontenibile lo stesso. Centottanta posto e il pienone, di passeggeri e di felicità. 'Non possiamo volar basso, certo, e se non è il settimo cielo è un cielo bellissimo' diceva Marcello Lippi a bordo dell'Airbus 320 dell'Eurofly che riportava a casa la nazionale di calcio Campione del Mondo. 'Ho letto un articolo in cui Causio e Tardelli raccontavano che nell'82 non si resero conto di quel che avevano combinato finché il loro aereo non fece il giro del cielo di Roma, e laggiù vedevano centinaia di migliaia di persone in festa'. Allo stesso modo, dopo un'ora e quaranta di volo, il ct e i suoi giocatori cominciano a capire. Totti, da bravo papà, ha cullato il piccolo Christian sulle gambe, con mamma Ilary Blasi seduta vicina e indispettita da quella incontenibile e allegra confusione che disturbava il 'pupino'. Materazzi preparava il biberon con latte in polvere alla terza figlia, Anna, dieci mesi".
+ La frase del giorno: "Quella di Berlino è una vittoria della nostra identità, dove una squadra che ha schierato lombardi, campani, veneti o calabresi, ha vinto contro una squadra che ha perso immolando per il risultato la sua identità. Schierando negri, islamici e comunisti" (Roberto Calderoli, ex ministro leghista).
+ Il dialogo del giorno:
Ma: "Quì tutti sanno di tutto, e poi si sa, quando si lavora per un privato...".
M0.: "... Si fa solo il comodo vostro. Ho già capito che ambiente avete".


| |


 lunedì 10/07/2006: "CHI NON SALTA UN FRANCESE E'!" 

'Chi non salta un francese è!' 'Chi non salta un francese è!'

+ La mia più grande curiosità è stata la constatazione di essere circondato da una 50ina di persone morte di sonno per aver festeggiato tutta la notte la vittoria del Mondiale. Per un attimo ho temuto di avere a che fare con gente senza emozioni, ma per fortuna non è così.
+ Una volta constatato che effettivamente la vittoria di un Mondiale può avvenire anche soltanto una volta nella propria vita, ho deciso di vedere i festeggiamenti di ben 4 zone diverse nell'area di 15 km. Nel primo non ho visto molta euforia, probabilmente perché la gente si stava ancora organizzando con i propri amici, nel secondo ho visto il vero CAOS che può essere generato dalla mente umana: il top è stato vedere una piazza con semafori completamente bloccata e piena di auto disseminate in essa senza il minimo ordine, ma tutte con il relativo autista con la mano costantemente attaccato al clacson, producendo un rumore costante ed inascoltabile per l'orecchio umano, pazzesco. Il terzo posto invece mi è piaciuto per il festeggiamento costante e civile dimostrato, anche se avrei volentieri riempito di pugni coloro i quali hanno svuotato la fontana sistemata nella rotatoria per buttare tutta l'acqua addosso ai motorini e dentro le auto dei passanti. Il quarto posto invece me lo sono gustato con più calma ed a piedi, saltellando e cantando a squarciagola fino a tarda notte coi miei amici. E buonanotte Zidane :)
+ La frase del giorno: "E Zidane uomo di me**a" (coro lanciato dallo speaker della 4° piazza).
+ L'sms del giorno: "Zizou rivela ad un giornalista dell'Equipe il motivo del suo folle gesto: 'So di aver sbagliato e di aver penalizzato la squadra. Sono molto dispiaciuto e chiedo scusa ai miei compagni, all'allenatore, alla Francia intera. Quello che mi ha detto Materazzi però è di una gravità inaudita e non avevo mai sentito nulla del genere in tutta la mia carriera. Purtroppo ho perso la testa'. Mais qu'est ce que il a dit? 'Vieni a giocare all'Inter'" (C.).

| |


 domenica 09/07/2006: CAMPIONI DEL MONDO! 

Campioni del mondo! Campioni del mondo! Campioni del mondo!

+ L'intera giornata è trascorsa col pensiero fisso rivolto alla partita di stasera. Tutto ciò che ho visto e sentito intorno a me oggi (tv, radio, passanti, cani, gatti, piccioni, ecc.) parlava o si riferiva alla finale. Che è bello, d'accordo, ma che stress arrivare fino alla sera con quella tensione!
+ Il timore di poter alterare la consuetudine consolidata nel corso dell'ultimo mese è stato il comune denominatore delle ultime ore di questa giornata tra tutti coloro i quali hanno visto con me la partita di stasera. Ogni minima cosa diversa dalla volta precedente ci sembrava un possibile motivo di sconfitta, pertanto veniva puntualmente modificato per farlo tornare come prima. Dal punto di vista emotivo, la partita è stata a dir poco traumatica, con l'immediato svantaggio subìto dal calcio rigore REGALATO alla Francia che sembrava avesse condizionato l'esito e l'umore della nostra Nazionale. Poi al 21' bomber Materazzi ha sbloccato tutto, ridando fiducia al popolo italiano. Il resto della partita è trascorso nell'entusiasmo di poter esultare da un momento all'altro ed allo stesso tempo nel terrore di dire definitivamente addio alla coppa per l'ennesima volta. Personalmente ho cominciato a toccare idealmente il titolo mondiale quando è uscito dal campo Henry prima e ariete-Zidane poi, momenti nei quali mi sono reso conto che 2 dei loro più forti rigoristi erano stati appena buttati al vento. Il resto è ormai storia, con il delirio mio e di coloro i quali mi sono stati vicini stasera che ha fatto da contorno a questa ennesima bella serata di calcio. Grazie ragazzi ;)
P.S.: MA ANDIAMOOO!!! Vincere la Coppa è bello, ma conquistarla contro i francesi ancora di più. Anche se per me la migliore soddisfazione rimane la vittoria ottenuta contro i padroni di casa della Germania: 2 gol negli ultimi minuti del 2° tempo supplementare... ci godo anche solo ripensandoci :)
+ Lo striscione del giorno: "C'ho l'età giusta" (Roma).

| |


 sabato 08/07/2006: AUTISTI (UN PO' TROPPO) SPAVALDI 

Autisti (un pò troppo) spavaldi

+ Non voglio generalizzare, però ultimamente mi sto soffermando ad osservare i modi di fare degli autisti degli autobus, i quali secondo me hanno una guida un pò troppo disinvolta nelle strade cittadine e nel traffico intenso. D'accordo, ci sono anche quelli in gamba, però forse per caso da un pò di tempo a questa parte ne sto vedendo parecchi che guidano al limite dei "danni" materiali: l'ultimo dei quali l'ho beccato alle 21 sulla via di ritorno da lavoro che mi ha fatto rivedere le immagini salienti della mia vita durante l'inchiodata che ho fatto per evitare l'impatto, al quale vorrei inviargli la seguente lettera:

"Caro autista di autobus urbano che mi hai tagliato la strada all'incrocio di Colle Marcone,
sì, proprio tu che con quei capelli lunghi ed unti al vento procurato dal tuo finestrino aperto sul quale poggiavi il tuo braccio sinistro, gli occhiali da sole da tamarro e le maniche arricciate della tua camicia alla rinfusa, probabilmente non ti sarai neanche reso conto dell'inchiodata che mi hai costretto a fare per evitare l'impatto col tuo mezzo.
Forse non puoi sapere cosa si prova nel trovarsi davanti un idiota al volante di un autobus che ti taglia la strada, probabilmente non hai mai provato a guidare un automobile, presumibilmente dalla mossa che hai fatto tu non hai neanche la patente.
Sappi che in quel momento ero così nervoso che per un attimo ho pensato che se non avessi avuto in dotazione l'auto di sostituzione del carrozziere probabilmente ti sarei venuto addosso apposta. A costo di finire sull'altra carreggiata, magari avrei puntato dritto alla tua cabina di guida soltanto per farti più male possibile, visto che gli autobus moderni hanno il posto di guida quasi ad altezza automobile. Ma per tua fortuna sono una persona civile (quindi diversa da te) e quindi non l'avrei mai fatto realmente.
Nel prosieguo dei tuoi giorni di vita proverò a non odiarti, ma sappi che non credo di riuscirci perché all'ufficio mi stanno caricando di tensioni e quindi semmai dovessi vedermi vicino a te lascia tutto ciò che stai facendo in quel momento e scappa. Dove e per quanto tempo sceglilo tu con comodo, ma scappa.
Con immutata stima nei confronti del tuo datore di lavoro che ritengo sia una persona in gamba, al contrario di te che sarai sicuramente la pecora nera del gruppo, LO saluto.
M0r94n
"

P.S.: comunque che spavento... :|
+ La perla di M. Costanzo del giorno: "Qualcuno ha portato la macchina dal maccanico di fiducia perché controllasse la tenuta dei clacson. Anche il tenore prima di una recita riscalda le core vocali e cammina avvolto da sciarpe proteggenti. E poi noi italiani abbiamo una tale voglia di festeggiare che festeggiamo pure il secondo posto. O no? Guardate che per anninon abbiamo festeggiato né il quinto, né il sesto, né il settimo. Perciò: primo o secondo, viva l'Italia! Da lunedì attenzione ai colpi di spugna. Quelli no, proprio no. Non si devono accettare".
+ La notizia del giorno: "Casa Savoia: via Viktor (Vittorio Emanuele) e figlio, lo scettro ora passa ad Amedeo d'Aosta. La defenestrazione è stata decisa dalla Consulta dei Senatori del Regno. Emanuele Filiberto ha subito dato mandato ai legali 'per le offese subite'. Le motivazioni? Tutto coincide in parte con le disavventure giudiziarie dei due Savoia, l'unico figlio ed il nipote del 're di maggio' Umberto II, l'ultimo insignito del titolo in Italia. Vittorio Emanuele, e di conseguenza il suo erede, ha perso ogni legittimazione non perché è sotto processo, è finito in galera, ha infangato il cognome del Casato: ma perché si è sposato civilmente a Las Vegas e Ginevra, e religiosamente a Teheran, senza il previo e formale assenso del sovrano suo padre, violando consapevolmente le leggi dinastiche, risalenti a Vittorio Amedeo III (1773-96) e da allora mai modificate. Perché i monarchici hanno atteso tanto a proclamare Amedeo non solo duca d'Aosta, ma anche di Savoia? Perché non ha ritenuto di assumere il ruolo e i titoli che gli competono perché c'era da risolvere la storia dell'esilio; comunque, la conseguenza è che tutto quanto è avvenuto dalla morte di Umberto II, nel panorama dei monarchici, è nullo, tamquam non esset".
+ Il commento alla notizia del giorno: Ma trovarsi tutti un lavoro serio, noo?
+ La frase del giorno: "Concedere l'amnistia per lo scandalo non sarebbe giusto verso milioni di tifosi che aspettano le sentenze. Faremmo ancora una volta la figura del Paese dei tarallucci e vino. Per chi non è del calcio può sembrare un controsenso che giocatori si contendano la Coppa del mondo e rischino la B, ma sono tutti calciatori al top, senza problemi per trovare eventualmente altre squadre. Io sono sicuro di rimanere al Milan e in A. Se no, ne riparleremo: io voglio essere rossonero per sempre. Chi ha sbagliato, però, paghi, anche se mi sembra che si stiano generalizzando le responsabilità: non tutte sono uguali" (Gennaro Gattuso).

| |


 venerdì 07/07/2006: L'IDEA DEL MERITATO RELAX 
+ Seconda serata di registrazioni del Festivalbar a Chieti. Purtroppo il freddo e la pioggia non mi hanno permesso di aprire le finestre della mia Base per ascoltare i cantanti proposti stasera, però da quel poco che ho sentito ho captato Cesare Cremonini, Zero Assoluto, Skye e Pago.
+ Il peggio di questa settimana è quasi finito. Se penso che domani dovrò fare soltanto 5 ore circa di lavoro rispetto al regime cinese di questi giorni mi sento già meglio. Anche se di poco, troppo poco.
+ La notizia del giorno: "Il capogruppo di un partito di opposizione dell'Amministrazione comunale di Chieti ha dichiarato: 'Per ospitare il Festivalbar a Chieti, la Giunta Municipale ha già impegnato 436.000 euro, la Giunta Provinciale 100.000 euro e la Camera di Commercio 24.000. Con i 308.000 euro di incassi si è arrivati a 868.000 euro. Visto l'impegno assunto dall'Amministrazione comunale con la Vitavision per l'evento, che ammonta a 1.055.144 euro, aspettiamoci una ulteriore spesa per il Comune di Chieti di 187.144 euro'".
+ Il commento alla notizia del giorno: Ho apprezzato l'iniziativa di portare il Festivalbar a Chieti (idea nata dalla passata Amministrazione Comunale), ma a questo punto perché non cominciare ad organizzarsi per l'anno prossimo? Così anziché dare tutti quei soldi anche ad un mega-staff, presentatori e qualche cantante di 2° piano, si potrebbero organizzare una decina di concerti coi fiocchi degli artisti musicali più amati dal pubblico. Noo?
+ La frase del giorno: "La Coppa? Fin'ora l'ho sempre vista in televisione, appena entrerò in campo la guarderò finalmente dal vivo. Zidane? E' un grande uomo, l'ho conosciuto alla Juve, mi trattava alla pari e mi ha insegnato ad essere umile" (Simone Perrotta).

| |


 giovedì 06/07/2006: E' STATA LEI! 

E' stata lei!

+ Non è che io, essendo l'ultimo arrivato, debba per forza essere il responsabile di tutte le disgrazie del mio ufficio. Voglio dire: se una pratica l'abbiamo toccata soltanto in due persone, ed io quando le ho ricevute dall'altra già non l'avevo, EVIDENTEMENTE la colpa dello smarrimento non poteva essere mia nonostante i tentativi di scaricamento di colpa da parte della diretta interessata. Pur avendo la coscienza a posto, però, non ho affatto gradito certe frasi dette dai 2 "maggiori" elementi del gruppo, i quali sembravano d'accordo nel volermi dare la responsabilità dell'accaduto. Poi però la verità è venuta a galla, e soltanto per poco non ho costretto il duo a scusarsi per il loro precedente comportamento...
+ Oppebbacco che bella chicca ho scoperto oggi: teoricamente non mi pagheranno tutte le ore extra che sto facendo in questi giorni. Non perché non mi spettano, anzi tutt'altro, ce le dovrebbero pagare il triplo per lo stress che si sopporta in questo periodo. Credo che questa sia l'ultima goccia che fa traboccare il vaso: saluterò tutti ed abbandonerò la nave. Ma solo tra qualche giorno, voglio vedere se c'è ancora qualche altro aspetto losco da scoprire in quel postaccio.
+ Prima serata di Festivalbar nella mia Città. Purtroppo, a causa dei turni pseudo-cinesi che ci fanno fare, non ho avuto tempo, modo e forze fisiche per aggirarmi nei dintorni della piazza in cui si tiene la manifestazione. Dalla mia Base, però, ho captato bene le canzoni proposte e le reazioni del pubblico presente, soprattutto durante l'esibizione di Ligabue quando sembrava che la gente si fosse posizionata tutta nella stanza affianco alla mia talmente cantavano forte.
+ La notizia del giorno: "Una suora 71enne, responsabile del programma di preparazione al matrimonio e della cassa dell'ufficio famiglia nell'arcidiocesi di Omaha, è stata accusata di essersi appropriata indebitamente di 307.545 dollari, poi spesi in puntate al casinò, regali, sedute dal parrucchiere e viaggi in aereo. Secondo l'avvocato di Sorella Barbara Markey, alla base dell'accaduto ci sarebbe il disaccordo circa la proprietà del finanziamento relativo al programma di preparazione al matrimonio di cui si occupava".
+ Il commento alla notizia del giorno: Beh, chi non ha mai rubato 300.000 dollari quando si è in disaccordo con qualcuno?
+ Il primo dialogo del giorno:
Ma: "Allora come rimaniamo?" (sottintendendo "d'accordo").
C.: "Amici".
+ Il secondo dialogo del giorno:
C.: "Quando viene l'avvocato?".
Ma.: "Domani pomeriggio".

| |


 mercoledì 05/07/2006: IL LAVORO CHE UCCIDE 

Il lavoro che uccide

+ Sono troppo triste. Questo non è un lavoro per esseri umani. E se proprio dovesse essere di esseri umani, allora sono felice di non appartenere a quella specie.
+ Tornando alla Base, ho notato un livello di traffico un pò troppo elevato rispetto alla media di questo periodo, ma non mi sono soffermato più di tanto a pensarci perché non avevo le forze necessarie dopo oltre 13 ore passate nel "bunker cinese". Purtroppo ho realizzato soltanto intorno alle 23 che stasera c'erano le prove del Festivalbar a porte aperte, quando ormai vedevo andare a casa la gente che vi aveva partecipato. E le maledizioni rivolte al giorno in cui ho accettato l'attuale lavoro continuano...
+ La perla di R. Gervaso del giorno: "A piccole dosi, il successo è un elisir; a grandi sorsi, un veleno".
+ La notizia del giorno: Dopo la sconfitta contro l'Italia, la stampa tedesca continua a sostenere i propri calciatori. "Asciugate le vostre lacrime. Noi siamo di nuovo in piedi", titola la Bild. E per incoraggiare Ballack e compagni, il quotidiano elenca 50 motivi a dimostrazione del fatto che i tedeschi restano sempre i migliori: nazionale più giovane, l'inno nazionale più bello e la certezza di strapazzare l'Italia ai prossimi Europei. "Siamo sempre i migliori" per tutta una serie di motivi, quantificabile in 50 punti. Anche dopo la sconfitta rimediata contro l'Italia, che ha stroncato le velleità di vittoria mondiale e ha smorzato sul nascere le polemiche contro i "pizzaioli italiani", la stampa tedesca non si rassegna e incita i propri calciatori a risollevare la testa. "Asciugate le vostre lacrime. Noi siamo di nuovo in piedi", campeggia sulla prima pagina di Bild, quotidiano che dopo la squalifica a Frings si era scagliato contro il popolo italiano. In apertura del quotidiano ci sono le foto di Ballack e di due tifosi tedeschi in lacrime, ma il giornale incita giocatori e popolo tedesco ad alzare la testa e guardare avanti con fierezza. Perchè la Germania, a detta della Bild, ha ben "50 motivi a dimostrazione del fatto che i tedeschi restano semrpe i migliori". Ecco un elenco di alcuni: "Perchè noi abbiamo la nazionale più giovane dei mondiali e di sicuro vinceremo il titolo nel 2010; perchè noi strapazzeremo gli italiani nel 2008 e diventeremo campioni d'Europa; perchè solo noi abbiamo un "Kaiser" del calcio; perchè noi vinciamo sempre quando si va ai rigori; perchè noi abbiamo l'inno nazionale più bello; perchè noi siamo arrivati alla semifinale senza un solo cartellino rosso; perchè noi non abbiamo solo 23 giocatori della nazionale ma anche altri 80 milioni di persone che sono unite; perchè la birra tedesca, col calcio, si beve meglio del Prosecco; perchè abbiamo i migliori stadi del mondo; perchè noi giochiamo come uomini e non come delle comari pettegole che al minimo contatto cadono urlando (come gli italiani); perchè da noi gli hooligans non hanno alcuna chance; perchè noi saremo sempre migliori degli olandesi; perchè noi sappiamo sempre rialzarci; perchè noi abbiamo organizzato i mondiali più belli di sempre (lo ha detto perfino il capo della Fifa Blatter); perchè ora ogni tedesco ha una bandiera in casa; perchè noi abbiamo avuto le migliori condizioni meteorologiche mai registratesi prima a un mondiale; perchè da noi ora anche la nostra cancelliera sa cos'è il fuorigioco". Tuttavia, a dimostrazione del dramma sportivo che stanno vivendo i tedeschi c'è il quotidiano B.Z. di Berlino che si rivolge all'intera nazione chiedendo: "Sono forse un traditore se ora torno a mangiare pizza e spaghetti?". E in una lettera aperta sulla stessa Bild, Beckenbauer ha ringraziato tutti i tifosi tedeschi. Niente male come panegirico! (fonte: "TgCom").
+ Il dialogo del giorno:
C.: "Oggi viene l'avvocato?".
Ma.: "No".

| |


 martedì 04/07/2006: TUTTI A BERLINO! 

Tutti a Berlino!

+ Germania 0 - Italia 2: E AAANDIAMOOO!!! Mamma mia che goduria vedere i tedeschi col morale a terra dopo tutte le offese che ci hanno detto i loro giornalisti durante gli ultimi giorni! La cosa bella è che non potranno neanche aggrapparsi ad episodi, scelte tattiche sbagliate, decisioni arbitrali sfavorevoli o tutte le altre attenuanti a cui di solito si fa riferimento. Hanno perso e basta! MA VAIII!!!
P.S.: Ballack è stata la delusione più grande che io abbia mai avuto da un calciatore. Se ne sente parlare come se fosse un fuoriclasse, un trascinatore, un vero Capitano, ed invece ha passato tutta la partita a tirare colpi a tradimento ai calciatori italiani quando l'arbitro era lontano dalla sua posizione, in modo da non poter essere visto. Che vigliacco.
+ La perla di M. Costanzo del giorno: "Al momento in cui scrivo questo diario non so l'esito della partita con la Germania. Quando qualcuno di voi avrà la generosità di leggere questo diario, saprò come è andata, ma lo saprò anch'io. Due scenari: se vinciamo o se perdiamo. Scenario di perdita: sono trentasei anni che i tedeschi aspettavano di farci rimangiare quel famoso 4-3 e poi, il fattore pubblico giocando a casa loro dove lo mettiamo? Scenario di vittoria: questa nostra Nazionale, sulla quale era difficile scommettere, ci ha portato alla finale, primi o secondi nel mondo!".
+ La notizia del giorno: Durissime le richieste dell'accusa riguardanti lo scandalo-calcio:
- Juventus: esclusione dalla Serie A, 6 punti di penalizzazione nel prossimo campionato (Serie C1 o C2), revoca dello scudetto 2004/205 e non assegnazione dello scudetto 2005/06, inibizione di 5 anni per L. Moggi (d.g.) e A. Giraudo (a.d.) con richiesta di radiazione, multa di 5.000 euro per ogni illecito commesso;
- Milan: retrocessione all'ultimo posto della Serie A con retrocessione in Serie B, 3 punti di penalizzazione, inibizione dall'attività per 2 anni ad A. Galliani (v.p.), 5 anni di inibizione con richiesta di radiazione e 5.000 euro di multa per L. Meani (dirigente);
- Fiorentina: retrocessione all'ultimo posto della Serie A con retrocessione in Serie B, 15 punti di penalizzazione, richiesta di 5 anni di inibizione con radiazione e 5.000 euro di multa per ogni illecito commesso a D. e A. Della Valle (presidenti) e S. Menicucci (a.d.);
- Lazio: retrocessione all'ultimo posto in Serie A con retrocessione in Serie B, 15 punti di penalizzazione, richiesta di 5 anni di inibizione, radiazione e 5.000 euro di multa a C. Lotito (presidente).
+ Il commento alla notizia del giorno: Jassant'!
+ Il dialogo del giorno:
Mo.: "A che ora arriva l'avvocato?".
Ma.: "Sul presto".

| |


 lunedì 03/07/2006: COME UN BAMBINO 

Come un bambino

+ Mi sono presentato a lavoro fresco e riposato, con la barba appena rasata ed un sorriso a 32 denti consapevole di essermela vista davvero brutta durante la notte tra il 30 e l'1. La giornata è stata davvero pesante a causa degli orari inumani che sono costretto a fare in questo periodo (ma dove sono i sindacati di cui parlano sempre in tv? Nella nostra sede ci manca soltanto una bandiera cinese che sventola sul tetto ed il paragone lavorativo con quelle popolazioni orientali sarebbe completo), ma ciò che più mi ha urtato oggi è stato il rimprovero subìto nel tardo pomeriggio per aver sbirciato su internet per 24 secondi netti: è partita una predica dal "finto responsabile" che sembrava che avessimo buttato all'aria il lavoro di un mese... e da quel momento non ci ho visto più. Forte del mio carattere razionale, sono riuscito a venir fuori da quella situazione con diplomazia (si veda il mio "Dizionario essenziale" alla voce "Diplomatico") senza mettere a rischio il mio lavoro e quello di chi avevo vicino in quel momento, però l'inca**atura me la sono tenuta fino a mezzanotte. Una leggera sottomissione dovuta al mio nuovo arrivo la devo pur sopportare perché ci vuole un attimo per farsi cacciare, però deve ancora nascere chi la passa liscia dopo avermi cazziato ingiustamente. Questa è la seconda cosa che mi sono "legato al dito" dopo la cazziata ingiusta ricevuta sabato scorso e, considerato che perdòno ma non dimentico, aspetterò con pazienza il momento giusto per rifarmi con gli interessi.
+ La perla di M. Costanzo del giorno: "Si poteva pensare che dopo Pantani i nostri ciclisti avessero come suol dirsi messo la testa a posto e avessero evitato i dopaggi scriteriati. Purtroppo no e lo scopriamo venendo a sapere che Ivan Basso, vincitore del Giro d'Italia, è stato escluso dal Tour per questioni connesse al doping. Che peccato: come se questa disciplina sportiva non riuscisse a rispettare più le regole. Basso ha detto che parleranno i suoi avvocati ma intanto il Giro di Francia è partito e per qualunque rivendicazione si va all'anno prossimo".
+ Il commento alla perla di M. Costanzo del giorno: Mi stupisco sempre quando scopro che c'è ancora qualcuno che pensa che i ciclisti riescano a fare migliaia di chilometri sui pedali a velocità elevate senza qualche "aiutino" extra. Certo che la fantasia umana non ha proprio limiti...
+ La perla di R. Gervaso del giorno: "Il ricco avaro è più povero del ricco scialacquatore".
+ L'ipotetico titolo di canzone del giorno: "Last night my pc saved my life".
+ Il dialogo del giorno:
Ma.: "Dopo un giorno intero che non fate niente...".
M0.: "Beh, fatto niente... non penso proprio!".

| |


 domenica 02/07/2006: IL TEMPO NON E' UGUALE PER TUTTI 

Il tempo non è uguale per tutti

+ Finalmente riesco ad andare in spiaggia ed a rimanerci per più di un quarto d'ora con addosso soltanto un costume. Tra i volti più o meno noti che ho visto oggi al mare è spiccato un soggetto che non vedevo dai tempi della scuola media, anni nei quali giocavo con lui a calcio con palle "arrangiate" fuori dall'istituto scolastico la mattina prima che iniziassero le lezioni, sotto il sole, la pioggia o la neve, tutte le mattine. Ricordo che quel ragazzo aveva la mia età, o forse 1 anno di più. Ebbene, oggi guardandolo in spiaggia mi sono reso conto di quanto si possa cambiare nel corso degli anni: fronte alta in maniera omogenea per una presumibile prematura caduta dei capelli, fisico da scaricatore di camion, abbronzatura da paese tropicale. I casi sono 2:
a) lo "sbagliato" sono io perché dimostro un paio di anni in meno di quanti ne ho realmente;
b) lo "sbagliato" è lui perché dimostra almeno 5 anni in più della sua età anagrafica.
In tutti i modi, chiunque sia lo "sbagliato", se per dimostrare una età maggiore bisogna "sfasciarsi" in quel modo, sono contento di sembrare un pò più giovincello...
P.S.: c'è ancora qualcuno che si sbaglia, quindi ribadisco che ho 25 ANNI!
+ La perla di M. Costanzo del giorno: "Ubriachi di calcio rischiamo di non accorgerci che è appena cominciata l'ultima partita, l'Alitalia ha annullato cinque voli. Si dice addirittura che gli equipaggi sarebbero spariti all'improvviso. I sindacati sostengono che gli organici sono esili. E' singolare però che questi organici al fischio di avvio di Italia-Ucraina si siano ancor più ridotti. La riprova ce l'avremo martedì quando la formazione italiana scenderà in campo contro la Germania. Se anche in quel caso l'Alitalia annullerà dei voli, consiglio di non parlare di organici".
+ La perla di B. Grillo del giorno: "Alcuni ricercatori hanno messo un uovo in un portauovo di porcellana tra due cellulari. Quindi li hanno messi in comunicazione tenendoli accesi.
- Nei primi 15 minuti non è cambiato nulla.
- Dopo 25 minuti il guscio dell'uovo ha cominciato a scaldarsi.
- Dopo 40 minuti la parte bianca dell'uovo era solida.
- Dopo 65 minuti l'uovo era ben cotto.
Questo esperimento rivela il vero motivo della decadenza dell’Italia. Il primo Paese al mondo per la diffusione dei telefonini. Le radiazioni ci hanno fuso il cervello. E’ la seconda volta che andiamo in confusione mentale dopo l’avvelenamento da piombo che colpì l’impero romano. Le compagnie telefoniche negano che ci sia un collegamento tra tumori al cervello, o anche semplici emicranie, e l’uso del telefonino. Ma credo che chiunque lo usi per alcune ore durante la giornata possa testimoniare qualche cedimento del pensiero. Esiste poi una prova inconfutabile dei gravissimi danni provocati dalle radiazioni: Francesco Cossiga. Il grande sardo infatti ha trenta telefonini e non dorme mai senza tenerne uno sotto le coperte. Se rassodano le uova, chissà che effetti avranno in altre parti del corpo, dopo una certa età la speranza è l’ultima a morire. I bambini non dovrebbero usare i telefonini, il loro cervello è in formazione e se è vero che non ci sono prove che dimostrino danni cerebrali, è vero anche il contrario e gli effetti a medio lungo termine non sono noti. Io uso il cellulare, è un vizio che cercherò di eliminare o almeno di contenere. Quando parlo per due o tre ore durante il giorno, la mattina dopo ho sempre mal di testa. I politici sono i più grandi terminali di radiazioni da cellulare. Quando vedete sui giornali o in televisione un politico con l’espressione da pesce bollito (non sto pensando a Mastella) adesso sapete perchè. Ma non tutto il male viene per nuocere. Con due cellulari possiamo sviluppare un effetto Viagra e se finisce il gas ci possiamo sempre scaldare l’acqua per la pasta
".
+ La notizia del giorno: "Chi volesse partecipare con il proprio sperma a un'opera collettiva e dissacrante può guardare questo sito, sito-opera d'arte ideato da Philippe Meste, francese classe 1966, il quale intende raccogliere 1.000 litri di sperma e congelarlo in una struttura cubica trasparente. L'artista, che in passato espose immagini di modelle contaminate dalle sue eiaculazioni, definisce l'opera 'universale e aperta a tutti'" (fonte: "TgCom").
+ Le frasi del giorno:
- "Siamo un popolo che spende freneticamente molto più di quello che si può permettere. Magari presentanto alla Banca Centrale Europea un certificato medico per deficit compulsivo, eviteremmo i continui richiami" (Antonello Dose & Marco Presta).
- "Hai pomiciato con lei lo stesso giorno in cui l'hai conosciuta, e non hai mai pomiciato con me che sono tua amica" (Z.).

| |


 sabato 01/07/2006: "LE INFRASTRUTTURE DELLA MENTE" 
+ La perla di M. Costanzo del giorno: "Proviamo a sdrammatizzare. Qualche giorno fà in America un uomo ultra sessantacinquenne ha vinto una causa di risarcimento contro l'ospedale che gli aveva dieci anni prima curato chirurgicamente una disfunzione sessuale e da allora era rimasto sessualmente sempre pronto. I giudici hanno ritenuto che il difetto creasse disagio. La verità è che in molti adesso cercheranno di contattare lo stesso ospedale a patto che compiano il medesimo errore, escludendo qualsiasi risarcimento".
+ La perla di B. Grillo del giorno: "Il nostro mondo è dominato dall’etica del movimento. Chi non si muove è perduto. Chi sta fermo è un ignobile ozioso, un sovversivo, un nemico del pil. Si fa un gran parlare delle infrastrutture di acciaio e cemento, di binari, autostrade, ponti, gallerie. Strutture che portano camion vuoti e macchine con una persona. L’auto è un accessorio del petrolio, serve a consumare petrolio, a far vendere petrolio. Una scatola di lamiera piena di gadget che ha la velocità media di un mulo. Delle infrastrutture della mente, che non costano, che liberano il tempo, che ci danno la possibilità di scegliere se spostarci o star fermi dove siamo, di queste infrastrutture non si occupa nessuno. La connettività veloce a tutte le famiglie italiane ed i servizi on line per pagare l’Ici, richiedere una patente, un passaporto, una carta di identità, uno stato di famiglia, iscrivere il bambino all’Asl e scegliere il pediatra, il medico di famiglia, prenotare una visita, seguire una lezione universitaria. Tutto questo non è una priorità. L’incentivazione del telelavoro per evitare il congestionamento delle città non è una priorità. Una diversa organizzazione delle aziende sul territorio utilizzando la Rete non è una priorità. La diminuzione dei costi dell’Adsl non è una priorità. E non lo è neppure la copertura Adsl 100% del territorio nazionale (per farlo, Gentiloni, è sufficiente liberalizzare l’ultimo miglio). La Rete libera il movimento delle intelligenze, delle idee. La Rete non provoca incidenti stradali e fa risparmiare tempo, un’enormità di tempo. Voglio un mondo dominato dall'etica del tempo, contro lo spreco delle code, degli uffici, degli ascensori. L’uomo è fatto di tempo, è un prodotto con una data di scadenza. Liberiamo il tempo dalla mobilità fine a sé stessa. Utile ai petrolieri, al ministero delle Finanze e ai costruttori di strade e di macchine. Meno mobilità, più tempo per noi stessi, anche per oziare, ma senza eccedere, perchè 'non far niente è il lavoro più duro di tutti'".
+ La notizia del giorno: "Il governo dell'India, il paese dov'è nato lo yoga, l'antica disciplina che incrocia meditazione a tecniche di respiro e di fitness, ha deciso di sfidare il mondo occidentale dove la pratica millenaria è diventata un business multimiliardario. L'obiettivo degli indiani è di mantenere pubblica la tradizionale conoscenza sulle 'asana' (il migliaio e passa di posizioni dello yoga). L'iniziativa è nata quando Bikram Choundhury, l'autoproclamato 'maestrodi yoga delle star' di Holliwood, ha mandato su tutte le furie il suo paese natale ottenendo un diritto di copyright su uno stile di yoga a cui ha dato il suo nome".
+ Il commento alla notizia del giorno: Effettivamente tutti ne parlano ma nessuno ne cita l'origine.
+ Le frasi del giorno: "Dopo i due gol segnati all'Ucraina, ho ricevuto poche telefonate e mi è dispiaciuto. Forse più avanti arriveranno. Magari si faranno vivi per lettera" (Luca Toni).

| |


 MAPPA DEI VISITATORI 

Visitor Map


| Pagina precedente | E-mail | Mappa |






Meteo Italia


Ciclo lunare


Statistiche